Cronaca Italia

Scuola, come sarà il rientro: aumentano i contagi e le misure di sicurezza per le lezioni in presenza

I casi di positività sono aumentati tra i ragazzi in età scolare e potrebbero aumentare di conseguenza le misure di sicurezza per evitare il ritorno in Dad. Quali sono le ultime novità per il rientro.
Scuola, come sarà il rientro: aumentano i contagi e le misure di sicurezza per le lezioni in presenza

Per gli studenti le vacanze non sono ancora terminate, ma è già tempo di parlare di rientro a scuola. Quali sono i nodi che dovranno essere affrontati prima del ritorno tra i banchi e come potrebbe cambiare la scuola nel mese di gennaio.

Come sarà il rientro a scuola a gennaio: i dati sui contagi tra ragazzi in età scolare

Il nodo del rientro a scuola dovrà essere sciolto alla luce dell’aumento di contagi tra i ragazzi più giovani. I dati diffusi dell’Istituto Superiore di Sanità riferiscono di 59.605 casi rilevati tra il 6 e il 19 dicembre in pazienti con età compresa tra 0 e 19 anni. Di questi, la metà è stata individuata trai bambini nella fascia 6-11 anni, mentre il 36% dei contagi è stato osservato tra gli adolescenti di età 12-19 anni.

Tra questi giovani e giovanissimi in situazione di positività al Covid si sono avute 215 ospedalizzazioni, 4 ricoveri in terapia intensiva e 1 decesso. L’obiettivo dell’esecutivo sembra quello di continuare sulla strada delle lezioni in presenza, introducendo però alcune novità per garantire maggiore sicurezza agli studenti e al personale scolastico.

Mascherine FFp2 e FFp3 per un rientro più sicuro nelle scuole: cosa dice il Decreto Legge

Un primo strumento che potrebbe essere introdotto dopo le vacanze di Natale sarebbero le mascherine.

Nello specifico, la struttura commissariale per l’emergenza Covid dovrebbe fornire mascherine FFp2 e FFp3 al personale delle scuole dell’infanzia e di tutti gli istituti in cui siano presenti studenti esentati dall’utilizzo delle mascherine. La stessa richiesta è arrivata anche da numerosi dirigenti scolastici, che hanno domandato una dotazione di FFp2 per tutti gli istituti prima del rientro. La distribuzione di questi dispositivi di protezione è entrata in un Decreto Legge relativo alla “proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia”.

Rientro a scuola, l’ipotesi di un screening straordinario per evitare la dad

Oltre all’impiego di mascherine che possano garantire una maggiore protezione dalla diffusione del virus, la struttura commissariale per l’emergenza sanitaria dovrebbe prevedere anche uno screening straordinario da effettuarsi sugli studenti.

Per queste operazioni sarebbe prevista una spesa pari a 9.000.000€. Per consentire il normale svolgimento delle lezioni nelle scuole, inoltre, in 8 Regioni sono già stati attivati 11 laboratori del Ministero della Difesa per affiancare la Asl nelle operazioni di analisi dei tamponi molecolari.

Secondo gli ultimi dati diffusi, su 400.000 classi sarebbero circa 10.000 quelle in didattica a distanza, dunque il numero dei laboratori necessari per monitorare la diffusione del virus potrebbe essere aumentato nelle prossime settimane.

Potrebbe interessarti