News - MomentoFinanza

Mutui prima casa: al via la sospensione fino alla fine del 2022

Secondo il decreto Cura Italia ci sarà un'ulteriore sospensione dei mutui sulla prima casa in modo da agevolare coloro che hanno sofferto economicamente il periodo Covid. Qui i dettagli della nuova Legge di Bilancio.
Mutuo casa

In base a quanto annunciato si prevede una proroga della sospensione dei mutui sulla prima casa per coloro che ne facciano richiesta anche per tutto il corso del 2022. Questo è stato possibile grazie alla nuova Legge di Bilancio che in virtù del decreto Cura Italia mira a dare un contributo a tutti coloro che si sono trovati in difficoltà durante la fase acuta della pandemia da Covid-19.  
Ecco le novità e i requisiti per accedervi.  

La proroga della sospensione del mutuo 

Grazie al Fondo Gasparrini è stato reso possibile prolungare la manovra di sospensione dei mutui per un altro anno, con termine il 31 dicembre del 2022 invece che il 31 dicembre 2021.

  
La domanda può essere presentata per un periodo massimo di 18 mesi, anche se precedentemente si è usufruito di sospensione del mutuo, a patto che sia stato ripreso il regolare pagamento delle rate da almeno tre mesi.  

Requisiti per fare richiesta 

Può essere fatta da: 

  • Coloro che siano titolari di mutui per un importo non superiore ai 400.000 euro, in quanto il calcolo della sospensione fa sempre riferimento alla presentazione dell’ISEE; 
  • Coloro che fruiscono del Fondo di garanzia per mutui sulla prima casa; 
  • Imprese edili in proprietà indivisa – la proprietà non è su un bene ma sulla quota intera e non può essere divisa – per mutui ipotecari. 
  • Lavoratori autonomi e liberi professionisti con una fatturazione ridotta del 33% a causa de periodo Covid calcolato durante l’anno a partire dal trimestre successivo al 21 Febbraio 2020. 

Altri casi specifici possono essere legati alla cessazione del rapporto di lavoro subordinato, parasubordinato o assimilato, a meno che non vi sia stato un licenziamento per giusta causa, pensione o dimissioni volontarie. Possono fare domanda anche coloro che si sono visti ridurre le ore lavorative per minimo 30 giorni di lavoro o una sospensione del lavoro per minimo 30 giorni di seguito.

   
I portatori di handicap grave possono richiedere la sospensione del mutuo solo se è superiore all’80%.

  
Infine, possono partecipare anche gli eredi di un defunto solo se in possesso dei requisiti sopradescritti.  

Sospensione del mutuo: come fare la domanda 

È necessario fare richiesta presso la banca dove si sta pagando il mutuo, a patto che non ci siano 90 un ritardo dei pagamenti di oltre 90 giorni. Per maggiori informazioni per i documenti con cui presentarsi potete scaricare i moduli richiesti dal sito Consap o sul sito del Dipartimento del Tesoro.

Al momento in cui si presentano i fogli richiesti dovranno essere allegati anche documenti di riconoscimento di identità e moduli che attestino la propria situazione finanziaria, ma non verrà richiesto l’ISEE a differenza di quanto è stato fatto per la sospensione del mutuo durante il 2021 secondo il decreto Cura Italia.

Potrebbe interessarti