Pensioni

Pensioni 2022, pubblicato il calendario completo delle date per i versamenti: quando arriverà l’accredito

Per tutti i pensionati è arrivato il calendario completo con le date entro cui arriveranno i soldi delle pensioni nel 2022. Quali sono e chi potrà invece riceverle prima.
Pensioni 2022, pubblicato il calendario completo delle date per i versamenti: quando arriverà l'accredito

Pensioni 2022, è stato appena reso noto il calendario per i pagamenti relativi al nuovo anno. Ecco l’elenco completo delle date in cui arriveranno i soldi della pensione e in quali casi si potranno ricevere in anticipo.

Pensioni 2022, pubblicato il calendario dell’Inps: quando arriveranno i soldi

L’Inps ha appena pubblicato il calendario ordinario con cui procederà al versamento degli assegni pensionistici nel nuovo anno. Ecco quali sono le giornate di pagamento per i prossimi mesi. A gennaio 2022 il versamento avverrà martedì 4, cioè il secondo giorno bancabile sia per Poste Italiane sia per gli istituti bancari; a febbraio le pensioni saranno pagate martedì 1; nel mese di marzo il primo giorno bancabile sarà martedì 1; ad aprile, le pensioni saranno versate sui conti correnti venerdì 1; a maggio, il primo giorno bancabile per Poste Italiane e gli istituti di credito è lunedì 2; a giugno la data da ricordare è mercoledì 1; a luglio, le pensioni saranno attese venerdì 1; nel mese di agosto il versamento avverrà lunedì 1; a settembre i pensionati riceveranno l’assegno giovedì 1; a ottobre, il primo giorno bancabile per Poste Italiane sarà sabato 1, mentre occorrerà attendere lunedì 3 per tutti gli altri istituti di credito; nel mese di novembre la data per il pagamento della pensione tornerà a essere unica e cadrà mercoledì 1; infine a dicembre 2022 le pensioni saranno versate in data giovedì 1.

Quando arriveranno l’assegno sociale e le rendite per infortuni nel 2022

Il calendario ordinario diffuso dall’Inps è da considerarsi valido anche per altre prestazioni oltre al versamento dell’assegno pensionistico. Queste date infatti sono le stesse con cui saranno erogati anche:

  • Prestazioni previdenziali, cioè tutti quei trattamenti erogati sulla base dei requisiti assicurativi dell’interessato;
  • Assegni, compreso l’assegno sociale;
  • Pensioni e indennità di accompagnamento destinate agli invalidi civili;
  • Rendite vitalizie erogate dall’Inail per infortuni sul lavoro o malattie professionali.

Pensioni, qualcuno può riceverle in anticipo: ecco chi

L’armonizzazione delle date al primo giorno bancabile del mese (con l’eccezione di gennaio) risale al 2018. Da quando è stato stabilito lo stato di emergenza in seguito alla pandemia però, per alcuni pensionati è possibile ricevere la pensione con qualche giorno di anticipo. Gli interessati sono pensionati che hanno scelto come metodo di pagamento il ritiro in contanti presso uno degli uffici di Poste italiane, ma anche coloro che hanno scelto l’accredito del trattamento sul libretto di risparmio, sulla carta Postepay Evolution o sul Conto BancoPosta.

Per loro c’è la possibilità di ritirare in anticipo la pensione con una data variabile in base all’iniziale del proprio cognome, così da scongiurare il rischio di assembramenti.

Potrebbe interessarti