Politica

Quarantena per chi ha la terza dose e nuove regole: oggi la riunione del Comitato tecnico scientifico

Ridurre la quarantena per chi ha la terza dose e nuove regole? Oggi la riunione del Comitato tecnico scientifico che penderà la sua decisione da comunicare al Governo. Cosa chiedono le regioni.
folla natale

Dopo giorni di voci è il momento di decidere i nuovi tempi delle quarantena in Italia. Oggi, infatti, è programmata la Conferenza delle Regioni alle ore 9.30, mentre alle 11 si riunisce il Comitato tecnico scientifico e presto, quindi, si avranno risposte. Le Regioni vorrebbero azzerare l’isolamento per chi ha fatto la terza dose di vaccino anti Covid e ha avuto un contatto stretto con un positivo. I numeri sui contagi fanno però pensare anche alla possibilità di uscire da questa serie di incontri con nuove misure restrittive e obblighi vaccinali per alcune categorie.

Regioni e quarantena

Riduzione della quarantena?

Le regioni spingono. Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, spiega a SkyTg24 che “dobbiamo cambiare le regole che valevano per il virus di prima, che si presentava in modo diverso. Credo sia giusto cambiare le regole e privilegiare chi ha completato il ciclo vaccinale e ha rispettato gli inviti che arrivano dal governo e dalle Regioni“. La proposta a cui il Cts dovrà dare una risposta è quindi quella di “togliere o ridurre la quarantena per i contatti dei positivi che hanno la terza dose. Credo che si possa fare una valutazione sul cambio delle regole per la quarantena“.

Noi ci atteniamo come sempre alle indicazioni del Cts e della scienza”, ha comunque sottolineato Fontana, ma “non possiamo dimenticare le esigenze della vita ordinaria“.

Sulla stessa linea d’onda anche Giovanni Toti che sottolinea come è “bene che il Comitato Tecnico Scientifico stia valutando di ridurre a 5 giorni la quarantena per chi ha fatto la terza dose di vaccino anti Covid. Ma se non vogliamo ritrovarci con metà degli italiani isolati in casa, dobbiamo cambiare le regole in fretta e ripensare anche alle quarantene per i contatti dei positivi.

Non possiamo rischiare di bloccare un Paese intero“, e sono parole che ricordano tanto quelle di un anno fa.

La risposta del Cts

La risposta del Cts arriverà comunque dopo la riunione delle 11, ma sembra lontana la possibilità di eliminare totalmente la quarantena. Sembra quindi che nemmeno chi ha la terza dose possa pensare di ridurre a zero la quarantena in caso di contatto con un positivo, quello che potrebbe invece succedere è una ridefinizione di contatto stretto. Il contatto stretto è di solito quello che espone a un alto rischio, mentre in caso di basso rischio la quarantena può essere revocata a seguito di test antigenico o molecolare negativo se non si ha nessun sintomo.

Potrebbe interessarti