Economia

Ultimi giorni per il bonus asilo nido: che cos’è e come cambierà con l’assegno unico per i figli

Manca pochissimo al termine ultimo per richiedere il bonus asilo 2021. Cosa succederà a questa agevolazione dopo l'arrivo dell'assegno unico per i figli e come funziona il bonus.
Ultimi giorni per il bonus asilo nido: che cos'è e come cambierà con l'assegno unico per i figli

Il bonus asilo nido potrà essere richiesto ancora per pochissimi giorni. Ecco tutti i dettagli da conoscere sui requisiti da avere per richiederlo, sul valore dell’agevolazione e sul futuro del bonus dopo l’attivazione dell’assegno unico universale per i figli.

Bonus asilo nido, c’è pochissimo tempo per averlo: che cos’è e quanto vale

Il bonus asilo nido potrà essere richiesto fino alla mezzanotte del 31 dicembre 2021, dunque ancora per pochissimi giorni. Si tratta di un’agevolazione pensata per sostenere i genitori nel pagamento delle rette negli asili pubblici e in quelli privati autorizzati. Si può impiegare anche per le forme di assistenza domiciliare verso i bambini con meno di 3 anni che siano affetti da gravi patologie croniche.

Il valore del bonus asilo nido è modulato sulla base dell’Isee minorenni e può avere un valore massimo di 3.000€.

Come richiedere il bonus asilo nido

Per il bonus asilo nido nel 2021 sono stati stanziati 530.000.000€. Si tratta di un’agevolazione a esaurimento fondi e viene erogata direttamente dall’Inps seguendo l’ordine di presentazione delle domande. Le richieste devono essere presentate online, tramite una procedura telematica accessibile dal servizio dedicato sul sito dell’Inps, oppure rivolgendosi a un caf o patronato.

Possono effettuare l’invio delle domande i genitori di minori nati oppure adottati in Italia, oppure con cittadinanza europea o ancora con un permesso di soggiorno con residenza in Italia. Il bonus asilo nido può essere richiesto per più di un figlio, presentando però una domanda diversa per ciascuno.

Come cambierà il bonus asilo nido con l’arrivo dell’assegno unico per i figli

Il bonus asilo nido consiste in un rimborso, perciò dovrà essere richiesto dal genitore che affronta la spesa e dovrà essere corredato dalla documentazione relativa al pagamento della retta, oppure dalla documentazione dell’iscrizione o inserimento in graduatoria del bambino per cui si richiede il bonus.

Dal 1° gennaio 2022 inoltre sarà attivo l’assegno unico universale per i figli, che ingloberà al suo interno numerose agevolazioni destinate alle famiglie. Il bonus asilo non sarà assorbito da questa nuova misura e potrà quindi essere richiesto anche per il 2022.

Potrebbe interessarti