Good News

Cheerleader per l’arte: gruppo di studenti fonda un club di supporto per le attività artistiche della scuola

Voglia di innovarsi e aprirsi a nuove strade. Questo ha portato un gruppo di studenti statunitensi, nello stato dello Utah, a fondare un gruppo di supporto per le attività artistiche.
Cheerleader per l'arte: gruppo di studenti fonda un club di supporto per le attività artistiche della scuola

In Italia il cheerleading nelle scuole non è ancora molto diffuso. Spostandoci oltreoceano però la situazione cambia. Terra d’origine e nazione con più praticanti, gli Stati Uniti ne sono un emblema. I gruppi di cheerleader seguono le squadre sportive, ma non solo. Alla Mountain View High School di Orem nello Stato dello Utah hanno fatto ancora di più. Decisi ad estendere il tifo anche ai non sportivi, degli studenti hanno dato vita ad un club a parte.

Gruppo di cheerleader per i gruppi artistici della scuola

L’idea era già nell’aria e ora ha preso forma. Caleb Stay, studente alla Mountain View High School, è un senior, ovvero frequenta l’ultimo anno di superiori.

 È lui a raccontare al quotidiano locale Daily Herald la nascita del gruppo, di cui è il presidente. “I Bruin Crazies sono il nostro dipartimento di tifo studentesco. Abbiamo pensato, ‘Perché non fare lo stesso per le arti, che sia per il coro, la banda, l’orchestra o la fotografia?’”. La loro scuola non era infatti diversa dalle altre. Vi era un grande supporto a favore delle squadre sportive studentesche, dal football al basket, come da tradizione negli Stati Uniti. Ora, da una semplice suggestione, è nato questo progetto, che ha portato alla formazione dei Bruin Classies, i cheerleader dell’arte.

Caleb sottolinea che l’idea è stata discussa a lungo ma una volta fondato il club, le iscrizioni sono aumentate velocemente. In poco tempo 90 studenti risultano già registrati. Incoraggiare e ricompensare. Questo è il pensiero di Stay. “Gli studenti meritano di essere celebrati. Hanno dedicato il loro tempo e quello che fanno deve essere ammirato. Se lavorassi duramente su qualcosa e nessuno si presentasse, sarebbe una delusione. Vogliamo solo assicurarci che nessuno si senta così”.

Per i Bruin Classies non c’è alcune differenza: che si tratti di spettacoli, mostre o esibizioni, loro ci devono essere, pronti a supportare i compagni di classe.

Cheerleader per i gruppi di arte: la loro attività

Gli studenti del gruppo non si limitano ad incoraggiare i compagni. Pubblicizzare gli avvenimenti è un loro compito, e hanno già avuto una possibilità in occasione di Into the Woods, musical del compositore Stephen Sondheim che si ispira a fiabe dei fratelli Grimm.

L’uniforme prevede un papillon, e nei giorni che precedono gli spettacoli i Bruin Classies indossano dei cartelli per pubblicizzare i futuri eventi. Into the Woods è stato un ottimo inizio, e alla promozione dello spettacolo, ovviamente, ha fatto seguito il supporto alla sezione teatrale durante l’esibizione.

Vogliamo che le persone siano orgogliose del prodotto che hanno realizzato. Molte persone sono interessate al club, specialmente quelle che si dedicano all’arte” conclude Stay. Infine parlando del nome scelto, il portavoce del gruppo ha spiegato il motivo alla base della scelta di Bruin Classies. Bruin è un termine convenzionale per indicare l’orso, animale simbolo della scuola. Come spiega Caleb, Classies vuole invece dare un senso di classe ed unione.

 

Potrebbe interessarti