Politica

Presidente della Repubblica, quali sono i suoi poteri e cosa rappresenta: carica, residenza e cosa fa

Il Presidente della Repubblica italiana è il Capo dello Stato e rappresenta l'unità nazionale. Quali sono i suoi poteri e le sue prerogative, come viene eletto e dove vive.
presidente della repubblica quirinale

Il Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato italiano, una figura che rappresenta l’unità nazionale e vige sul corretto funzionamento della democrazia e degli organi istituzionali. Le prerogative e i poteri del Presidente della Repubblica sono trattate nel Titolo II della Costituzione, dall’art. 83 all’art. 91. Sergio Mattarella ricopre il ruolo di Presidente della Repubblica italiana dal 3 febbraio 2015, un mandato di durata settennale che sta per scadere.

Chi è il Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica è un organo costituzionale e viene eletto dal Parlamento in seduta comune, a cui si aggiungono i delegati regionali, 3 per ogni Regione ad eccezione della Valle d’Aosta che ne ha 1.

La sua carica dura per 7 anni, durante i quali la residenza del capo dello Stato è il Palazzo del Quirinale a Roma, anche se alcuni presidenti hanno preferito continuare a vivere nelle loro residenze, come Sandro Pertini e Francesco Cossiga.

La Costituzione stabilisce che chiunque possa essere eletto come Presidente della Repubblica a condizione che vengano soddisfatti alcuni requisiti: la cittadinanza italiana, minimo 50 anni di età e il godere dei diritti civili e politici. Il mandato può essere interrotto sia per la naturale scadenza che per:

  • dimissioni volontarie
  • impedimento permanente
  • decadenza
  • destituzione da parte della Corte costituzionale per alto tradimento o attentato alla Costituzione
  • morte

Sergio Mattarella è l’attuale Presidente della Repubblica, in carica dal 3 febbraio 2015.

I poteri del Presidente della Repubblica

Secondo l’articolo 87 della Costituzione italiana, il Presidente della Repubblica indice le elezioni per eleggere le nuove Camere, a cui può inviare messaggi o convocarle in via straordinaria, e ne fissa la prima riunione.

Nell’ambito del potere legislativo, autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa del governo. Promulga le leggi ed emana i decreti con valore di leggi e regolamenti e indice il referendum popolare nei casi previsti dalla Costituzione. Nomina fino a 5 senatori a vita e i funzionari dello Stato, nei casi indicati dalla legge.

Come capo dello Stato, accredita e riceve i rappresentanti diplomatici, ratifica i trattati internazionali, previa, quando occorre, l’autorizzazione delle Camere.

Ha il comando delle Forze Armate, presiede il Consiglio supremo di difesa costituito secondo la legge, dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere.

Presiede il Consiglio Superiore della Magistratura. Può concedere grazia e commutare le pene. Conferisce le onorificenze della Repubblica.

Cosa significa che il Presidente della Repubblica rappresenta l’unità nazionale

Per quanto riguarda l’espressione “il Presidente rappresenta l’unità nazionale” dell’articolo 87, al Presidente spetta un’opera di divulgazione dei principi e dei valori della Costituzione. La rappresentanza dell’unità nazionale è il caposaldo di un rapporto diretto tra il Presidente e i cittadini: il Presidente della Repubblica svolge un ruolo attivo mediante messaggi, discorsi pubblici e dichiarazioni.

Il Presidente svolge un controllo formale, non politico, deve assicurarsi che una legge non sia in contrasto con le norme costituzionali.

Potrebbe interessarti