Economia

Bollette luce e gas, come fare per rateizzare i pagamenti: chi può richiedere questa soluzione

Contro il caro bollette di questo trimestre è attiva l'opzione di rateizzazione dei pagamenti. Ecco qual è la procedura per richiederla e per chi è stata pensata.
Bollette luce e gas, come fare per rateizzare i pagamenti: chi può richiedere questa soluzione

Per affrontare gli aumenti nelle bollette di luce e gas, l’esecutivo ha predisposto la possibilità di richiedere la rateizzazione dei pagamenti. Si tratta di un’opzione che non scatterà in automatico e solo alcune categorie di persone potranno beneficiarne: ecco chi sono e come funziona questo aiuto.

Rateizzazione delle bollette di luce e gas: chi lo può richiedere e come bisogna fare

La possibilità di rateizzare il pagamento delle bollette di luce e gas sarà disponibile per le fatture che saranno emesse tra gennaio e aprile 2022, secondo quanto disposto dall’Autorità per l’Energia, le Reti e l’Ambiente (Arera).

Si tratta di un’opzione rivolta alle famiglie in difficoltà con i pagamenti e dovrebbe essere proposta direttamente dal venditore all’interno delle comunicazioni di sollecito o di costituzione in mora per i mancati versamenti. La rateizzazione non prevede interessi a carico delle famiglie che ne hanno diritto. I clienti delle forniture interessate dovranno “manifestare espressamente” la volontà di procedere con la rateizzazione dei pagamenti, come si legge nella delibera dell’Autorità Arera. Da parte del fornitore dovranno quindi essere indicati il termine ultimo e le modalità per poter richiedere questa opzione.

Quante sono le rate delle bollette di luce e gas e quanto costeranno

La rateizzazione delle bollette di luce e gas, pensata per fronteggiare i rincari in arrivo, deve dunque essere attivata dal venditore e non è perciò un processo automatico. La periodicità delle rate dovrebbe essere la stessa delle fatturazioni ordinarie, mentre il numero delle rate potrebbe essere uguale o superiore al numero di bollette emesse di norma in 10 mensilità. L’Autorità Arera ha precisato come l’importo della prima rata dovrebbe essere uguale al 50% dell’importo totale del piano di rateizzazione.

Il 50% mancante sarà poi rateizzato in pagamenti che dovrebbero avere tutti lo stesso valore. Secondo la delibera di Arera, le rate successive alla prima dovranno essere almeno 2.

Rateizzazione bollette luce e gas, cosa succede se si cambia fornitore o non si paga

Nel momento in cui un nucleo famigliare dovesse richiedere la rateizzazione delle bollette di luce e gas ma si ritrovasse impossibilitato a procedere al saldo delle rate, il venditore dovrebbe accertare il mancato pagamento e attivare quindi le normali procedure per sospendere la fornitura o per ridurne la potenza. Se invece il cliente dovesse cambiare fornitore mentre ha ancora attivo il piano di rateizzazione, il nuovo venditore dovrebbe mantenere attiva l’opzione di rateizzazione.

Potrebbe interessarti