Spettacolo

Le Vibrazioni al Festival di Sanremo 2022: “Tutte quelle volte che non abbiamo amato come avremmo voluto”

Le Vibrazioni sono trai big della 72° edizione del Festival di Sanremo. In conferenza, la band si è raccontata senza filtri parlando del loro brano "Tantissimo".
Le Vibrazioni al Festival di Sanremo 2022: "Tutte quelle volte che non abbiamo amato come avremmo voluto"

Le Vibrazioni sono in gara alla settantaduesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Tantissimo”. Scritta da Francesco Sarcina, Roberto Casalino e Niccolò Verrienti, la canzone è uscita nelle radio e su tutte le piattaforme subito dopo l’esibizione sul palco dell’Ariston. Il brano sarà contenuto nel nuovo lavoro discografico “VI”, che verrà pubblicato ad aprile. La band milanese, formata da Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani Garrincha e Alessandro Deidda, è tornata sul palco dell’Ariston dopo aver debuttato nel 2005 con il brano Ovunque andrò”, ed essere tornati nel 2018 con “Così Sbagliato” e nel 2020 con “Dov’è” con il quale si sono classificati quarti.

La genesi del brano e l’esperienza a Sanremo 2022

In conferenza stampa è Francesco Sarcina a prendere la parola: “Siamo l’unica band sul palco, è strano. Per noi è ancora più difficile andare allo stesso passo dell’orchestra, prima dobbiamo essere noi sul palco in sintonia“. E ancora: “Nonostante i Maneskin abbiano vinto Sanremo portando l’Italia in tutto il mondo, a distanza di un anno noi siamo l’unica band sul palco. C’è ancora tanto da fare per i gruppi“.

Tantissimo”, raccontano Le Vibrazioni, è un brano di matrice rock, energico e incalzante dove a questa energia travolgente si contrappone un testo intimista e dal linguaggio universale, in cui ciascuno può trovare un pezzo della propria esperienza di vita.

Gli eccessi, le occasioni perse, i momenti di sconforto, le sofferenze e tutto ciò che nel tempo finisce per segnarti e renderti la persona che sei oggi. Francesco parla di sé in modo onesto e trasparente, si rivolge alla vita e a tutte le volte in cui non si è amato come avrebbe dovuto. Quando non si è centrati su di sé, ci si veste di cicatrici senza neanche rendersene conto. Fino a quando ti svegli e comprendi che non è la sofferenza ad elevarti, quanto l’amore che riesci a dare a te stesso.

È forse questa la lezione da imparare e Francesco lo ha fatto.

Stare bene nel mezzo, in equilibrio tra una sana follia e quello che comunemente chiamiamo Amore.

Tra i preferiti della band spiccano Aka7even, Mahmood e Blanco e della “vecchia guardia” Iva Zanicchi.

La cover con Sophie and The Giants e il ritorno di Peppe Vessicchio

Per la serata dedicata alle cover di venerdì 4 febbraioLe Vibrazioni hanno portato una loro versione del celebre brano “Live and let Die” scritto da Paul e Linda McCartney.

La performance è stata arricchita dalla partecipazione della talentuosa Sophie Scott, la leader dei Sophie and The Giants band inglese nata nel 2015 a Sheffield che ha conquistato le classifiche italiane grazie al successo di “Hypnotized” bissato da “Right Now” ed all’ultimo “Golden Nights” con Benny Benassi e Dardust.

Potrebbe interessarti