MomentoFinanza

Acquistato con una criptovaluta il diamante nero da record “The Enigma”: rivelata identità del compratore

The Enigma, il diamante nero naturale più grande del mondo è stato venduto alla cifra record di 3,16 milioni di euro, il metodo di pagamanto è stato con criptovaluta.
Acquistato con una criptovaluta il diamante nero da record “The Enigma”

The Enigma, il diamante nero da record la cui effettiva origine è avvolta nel mistero, è stato acquistato lo scorso 9 Febbraio per un prezzo di 3,16 milioni di sterline (3,75 milioni di euro), come riferito dalla BBC. Sotheby’s aveva messo in vendita a Londra il diamante con la possibilità di proporre offerte anche online. La casa d’aste britannica ha fatto sapere che l’acquirente ha scelto di pagare con criptovaluta.

All’inizio non era stata rivelata l’identità del compratore ma poi quest’ultimo è uscito allo scoperto sui social: si tratta di Richard Heart, imprenditore in criptovalute, che ha spiegato sul suo profilo Twitter di voler ribattezzare il diamante “HEX.com diamond”, in onore alla piattaforma blockchain da lui creata.

Carbonado: il diamante che non viene dal sistema solare

The Enigma è un carbonado, detto diamante nero, tra i diamanti naturali più duri. Questo in particolare è il più grande diamante nero al mondo, una pietra preziosa da 555,55 carati. I diamanti carbonado sono diamanti finora ritrovati solo in Brasile e nella Repubblicana Centrafricana. Queste particolari pietre preziose contengono l’osbornite e la sua composizione sembra compatibile con un’origine in un ambiente ricco di idrogeno, di origini interstellare, e decisamente oltre il sistema solare.

Rimane comunque un alone di mistero intorno ai diamanti neri, hanno un’età che va dai 2,6 ai 3,2 miliardi di anni, non molto più giovane della Terra che ha 4,65 miliardi di anni.

Il mondo delle aste spalanca le porte alle criptovalute

Con la vendita del diamante nero, le criptovalute entrano nel mondo delle case d’asta anche per quanto riguarda le pietre preziose. Da qualche mese infatti è possibile acquistare con le monete digitali nelle aste condotte da Sotheby’s, soprattutto in bitcoin ed Ethereum.

Per poter pagare con le criptovalute bisogna dare informazioni sul proprio wallet prima della vendita.

A quanto pare le case d’aste stanno vivendo un vera e propria rivoluzione digitale. C’è da considerare che oltre a poter acquistare in criptovalute le opere d’arte, è possibile anche partecipare alle aste per gli NFT. La stessa Sotheby’s ha esposto una galleria digitale con questa tipologia di token non-fungibile. Anche il mondo dell’arte sta vivendo un drastico cambiamento dovuto alle nuove tecnologie e al mondo delle monete digitali che ormai è sempre più legato alle aste d’arte e non solo.

Potrebbe interessarti