Economia

Bonus psicologo in arrivo nel Decreto Milleproroghe, c’è l’ok della commissione: le prime notizie

Il bonus psicologo è stato confermato all'interno del Decreto Milleproroghe. Ecco cosa succederà adesso e quali sono i primi dettagli sull'agevolazione.
Bonus psicologo in arrivo nel Decreto Milleproroghe, c'è l'ok della commissione: le prime notizie

Dopo le numerose proteste contro l’esclusione del bonus psicologo dalla Legge di Bilancio 2022, sono in arrivo buone notizie per questa agevolazione. Nella nottata appena trascorsa, infatti, le Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali alla Camera hanno approvato la modifica al Decreto Milleproroghe. Ecco quali sono le prime notizie per il bonus psicologo.

Bonus psicologo approvato nel Milleproroghe: quanti sono i fondi e come saranno impiegati

Le Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali alla Camera hanno discusso fino a tarda notte le modifiche al Decreto Milleproroghe, registrando scontri tra le forze politiche su alcuni argomenti molto dibattuti, come il tetto per i contanti e le nuove norme relative alle graduatorie nelle scuole.

Tra gli emendamenti discussi, alle 2.52 di notte è stato approvato l’inserimento del bonus psicologo all’interno del Milleproroghe. L’annuncio è stato subito dato dal deputato PD Filippo Sensi su Twitter. Sembrano confermate le prime ipotesi che parlavano di uno stanziamento da 20.000.000€, di cui 10.000.000€ da destinare al Sistema Sanitario Nazionale per potenziare le strutture già esistenti e reclutare nuovi professionisti sanitari, e i restanti 10.000.000€ direttamente ai cittadini.

Chi potrà richiedere il bonus psicologo e quanto si potrà ricevere

Per i cittadini, il bonus psicologo dovrebbe assumere la forma di un voucher di importo variabile a seconda dell’Isee. Il valore massimo dovrebbe essere pari a 600€ e si presenta come “un contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia fruibili presso specialisti privati regolarmente iscritti all’albo degli psicoterapeuti”, in base a quanto si legge nel documento appena approvato. Non dovrebbero avere diritto al bonus i cittadini che presentino un Isee superiore alla soglia di 50.000€ annui.

Il documento precisa anche che il bonus psicologo ha come obiettivo “potenziare l’assistenza per il benessere psicologico individuale e collettivo, anche mediante l’accesso ai servizi di psicologia e psicoterapia in assenza di una diagnosi di disturbi mentali, e per fronteggiare situazioni di disagio psicologico, depressione, ansia, trauma da stress”. Per i dettagli sulle modalità di presentazione delle domande e sui requisiti si attende un apposito Decreto dei Ministeri della Salute e dell’Economia.

La platea di beneficiari del bonus psicologo e la situazione in Italia

Il testo del documento spiega che, presupponendo una tariffa minima di 50€ richiesta da uno specialista privato, il bonus psicologo da 600€ consentirà di coprire 12 sedute.

Con i fondi stanziati da destinare ai cittadini, questa cifra dovrebbe consentire di raggiungere una platea di circa 16.000 persone in condizioni di disagio psicologico. Come ha evidenziato la Fondazione The Bridge nel suo studio, nei due anni di pandemia da Covid si sono registrati una diminuzione dell’aderenza al trattamento (68%) e un incremento del rischio di suicidio (63%). Il rischio di sviluppare sintomi di ansia, depressione e stress ha raggiunto un +95%, mentre l’aumento di dipendenze patologiche ha registrato un +90% e il consumo di farmaci non soggetti a prescrizione (per esempio ansiolitici e psicotropi) è aumentato dell’85%.

Potrebbe interessarti