Economia

Assegno unico universale per i figli, si può richiedere fino ai 21 anni: come fare e quali sono i requisiti

L'assegno unico universale per i figli è a disposizione anche per i maggiorenni fino ai 21 anni. In questo caso occorre soddisfare alcuni requisiti: ecco di cosa si tratta.
Assegno unico universale per i figli, si può richiedere fino ai 21 anni: come fare e quali sono i requisiti

L’assegno unico universale per i figli è disponibile per le famiglie dal 1° gennaio 2022. Si può richiedere a partire dal settimo mese di gravidanza e fino alla maggiore età dei figli. In alcuni casi è possibile ottenerlo anche fino ai 21 anni: quali sono i requisiti da rispettare.

Assegno unico per i figli fino a 21 anni: i requisiti per continuare a riceverlo

L’assegno unico universale per i figli è una misura rivolta alle famiglie che ha inglobato al suo interno numerose agevolazioni e detrazioni. Il valore dell’assegno è modulato sulla base dell’Isee e varia tra 50€ e 175€ mensili per ogni figlio per cui si presenta apposita domanda.

L’assegno si può richiedere non solo per i figli minorenni, ma anche per i maggiorenni che abbiano un’età compresa tra i 18 e i 21 anni e che siano a carico dei genitori. In questo caso è però richiesto che i ragazzi:

  • Siano impegnati a frequentare un corso di laurea, oppure un corso di formazione scolastica o professionale;
  • Svolgano un tirocinio oppure un’attività lavorativa, con un reddito complessivo che sia inferiore a 8.000€ annui;
  • Risultino impegnati in servizio civile universale;
  • Siano registrati come disoccupati e in cerca di lavoro presso i Centri per l’impiego.

I ragazzi di età compresa tra 18 e 21 anni riceveranno un assegno con importo sempre modulato in base all’indicatore Isee. La cifra potrà quindi variare tra 85€ e 25€ al mese.

Assegno unico per i figli disabili maggiorenni: quanto vale

Nel caso di figli a carico disabili, l’assegno unico viene erogato anche dopo il compimento dei 21 anni, senza limiti di età.

Per i figli disabili sono previste alcune maggiorazioni sull’assegno: nei casi di disabilità “media” le famiglie potranno ricevere 85€ al mese in più, cifra che aumenta a 95€ per le disabilità gravi. Nel caso di non autosufficienza, la maggiorazione consiste in 105€ al mese in più. I disabili maggiorenni avranno diritto a 50€ al mese in più fino ai 21 anni e, dopo questa età, dovrebbero ricevere l’assegno sulla base dell’Isee.

Potrebbe interessarti