Cronaca Italia

Vaccino contro il Covid, arriva la quarta dose: quando partiranno le somministrazioni e chi la riceverà

Stanno per iniziare la somministrazioni della quarta dose di vaccino contro il Coronavirus. Il commissario Figliuolo ha annunciato la data e i destinatari: ecco le sue parole.
Vaccino contro il Covid, arriva la quarta dose: quando partiranno le somministrazioni e chi la riceverà

Il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, ha annunciato l’imminente partenza della campagna per la somministrazione di una quarta dose di vaccino contro il Coronavirus. Ecco chi potrà riceverla e qual è il punto della campagna vaccinale.

Quarta dose di vaccino, quando si parte e chi la riceverà: le parole del commissario Figliuolo

Per ciò che riguarda la quarta dose di vaccino anti Covid stiamo per dare le disposizioni attuative” ha annunciato il generale Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, durante la sua visita presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Figliuolo ha anche definito “estensiva” la platea di destinatari, ancora in fase di definizione attraverso il confronto con il Ministero della Salute e le Regioni, e ha annunciato come “la mia indicazione è quella che partiremo il primo marzo”. Tra pochi giorni sarà dunque possibile accedere alla quarta dose, destinata ai soggetti fragili, per esempio gli immunodepressi. La fine del mese di febbraio vedrà anche l’arrivo del vaccino Novavax, dunque un ulteriore strumento per la lotta al Coronavirus. Come ha spiegato il commissario Figliuolo, “ne riceveremo poco più di un milione di dosi che saranno subito distribuite a tutte le Regioni e province autonome.

Poi arriveranno ancora un altro paio di milioni di dosi nel mese di marzo”.

I dati della campagna vaccinale in Italia: “dobbiamo continuare a vaccinare

In merito alla disponibilità di vaccini, il commissario straordinario per l’emergenza Covid ha spiegato che “Abbiamo delle dosi di vaccino stivate per ogni eventualità”, dunque sarà possibile proseguire la campagna di somministrazione anche nell’eventualità che il Governo confermi la fine dello stato di emergenza per il 31 marzo.

Oltre quella data, infatti, a meno di una proroga decadrà l’incarico del generale Figliuolo.

I dati illustrati nel corso della sua visita all’ospedale Meyer parlano dell’89% di cittadini che hanno ricevuto un ciclo completo di vaccino. Conteggiando le prime dosi e le guarigioni da Covid, la percentuale di italiani immunizzati sale al 94%, quindi a 51.000.000 persone. “Dobbiamo continuare a vaccinare” è l’obiettivo del commissario.

Potrebbe interessarti