Gossip

Chiara Ferragni e il titolo che definisce il marito Fedez un “babysitter”: “Giornalismo maschilista e tossico”

Chiara Ferragni ha voluto rispondere a tono ad un titolo di giornale che definiva suo marito "babysitter" dei suoi stessi figli, parlando di un "giornalismo maschilista e tossico".
chiara ferragni

Chiara Ferragni ha sempre vissuto il suo ruolo di madre con grande spontaneità e al contempo serietà e, fin dalla nascita del figlio Leone, ha voluto mettere in chiaro che oltre ad essere una madre amorevole avrebbe potuto essere una donna ed un’imprenditrice realizzata, senza che questo dovesse togliere rispettabilità al suo ruolo materno. Al suo fianco, dello stesso parere, il marito Fedez. Ieri, l’imprenditrice digitale ha voluto mettere in chiaro ancora una volta il suo ruolo -e quello delle donne e madri lavoratrici in generale- rispondendo in modo severo ad un giornale che aveva pubblicato un titolo infelice su di lei ed il padre dei suoi figli.

Chiara Ferragni come Catwoman, Feez “babysitter” la gaffe del titolo pubblicato

Come moltissime altre influencer, recentemente anche Chiara Ferragni è volata a New York per assistere a varie passerelle in occasione della New York Fashion Week. I giornali non hanno atteso un secondo e uno di essi ha pubblicato un articolo con un titolo che recita: Chiara Ferragni e Fedez: lei vola a New York e si trasforma in Catwoman e lui fa il babysitter a Milano”. Il titolo è parso a molti allusivo del fatto che, mentre Chiara Ferragni vola distante dalla famiglia, a casa suo marito e il padre dei suoi figli sarebbe quasi “costretto” a occuparsi dei bambini, come se questo fosse per un padre un sacrificio.

In seguito, dopo moltissime critiche, la parola “babysitter” nel titolo è stata cambiata con “papà”, anche per via della reazione di Chiara Ferragni al titolo (la modifica dello stesso non ha però placato gli animi).

Chiara Ferragni: la sua risposta alle critiche

Chiara Ferragni ha deciso di commentare in modo estremamente critico il titolo pubblicato, rendendo decisamente chiara la sua posizione sul tema:

“Una mamma che lavora perché deve essere giudicata negligente?

Una mamma che si sente bene con il proprio corpo perché si deve sentire in colpa? Una mamma che non dimentica di essere anche donna, moglie, lavoratrice, figlia, amica perché deve essere discriminata?”

La sua dichiarazione continua: “Come madre, imprenditrice e donna ho la fortuna di poter dedicare molto più tempo alla mia famiglia e ai miei bambini di quanto sia concesso alle donne che lavorano sotto un capo, ma non è comunque abbastanza per un certo tipo di giornalismo maschilista e tossico”.

Fedez e Chiara Ferragni, genitori in modo paritario

Alla base della critica fatta a Chiara Ferragni vi è un problema culturale di fondo che direbbe che ad occuparsi dei figli dovrebbe essere (quasi) esclusivamente la donna.

Ad oggi, come riporta Cosmopolitan, i dati mostrano che il 70% dei lavori di cura è svolto da donne. La cura, però, (soprattutto quella dei figli) dovrebbe essere un’attività svolta da entrambi i genitori in modo paritario.  

Il matrimonio tra Fedez e Chiara Ferragni lo insegna. L’influencer conclude la sua risposta al giornalismo maschilista con queste parole: “Noi donne dobbiamo ancora una volta fare il doppio per essere apprezzate la metà! A me stessa e a tutte voi dico: non rinunciamo a lottare e a pretendere di essere considerate al pari degli uomini”.

Potrebbe interessarti