Politica

Stop allo stato d’emergenza da Covid-19, l’annuncio di Draghi: il 31 marzo non ci sarà la proroga

L'Italia ce l'ha fatta, finalmente vede la fine di questo lungo e buio tunnel pandemico. Dopo due anni di Covid-19 sarà abolito lo stato d'emergenza. L'annuncio del Premier Draghi.
Stop allo stato d'emergenza da Covid-19, l'annuncio di Draghi: il 31 marzo non ci sarà la proroga

Ora è ufficiale, l’Italia uscirà dallo stato d’emergenza. La conferma è arrivata per voce del Presidente del Consiglio Mario Draghi durante il suo intervento presso Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Una notizia che era nell’aria da giorni ma che ancora non aveva trovato conferme ufficiali; il Premier ha anche specificato l’impegno del governo a ridurre le restrizioni a zero nel più breve tempo possibile.

Mario Draghi annuncia la fine dello stato d’emergenza in Italia

Voglio annunciare che è intenzione del governo non prorogare lo stato d’emergenza oltre il 31 marzo”, così Mario Draghi ha sciolto gli indugi confermando quanto era atteso da tempo.

L’Italia ce l’ha fatta, dopo due anni può finalmente vedere la fine della pandemia da Covid-19 che ha pesato sul Paese lasciandolo con un bilancio pesantissimo tra vittime e crisi economica. In questo lunghissimo biennio di pandemia sono circa 12,6milioni i cittadini che hanno contratto il virus e 154mila i decessi totali.

Una decisione che il governo ha potuto prendere grazie alla situazione in discesa della curva del contagio che permetterà così “di rimuovere le restrizioni residue alla vita di cittadini e imprese”. Come spiegato dal Premier: Il governo è consapevole del fatto che la solidità della ripresa dipende prima di tutto dalla capacità di superare le emergenze del momento.

La situazione epidemiologica è in forte miglioramento, grazie al successo della campagna vaccinale”.

Fine dello stato d’emergenza, cosa cambia: le parole di Draghi

Cosa succederà dunque a partire dal 1 aprile?

Come spiegato dallo stesso Draghi: “Da allora non sarà più in vigore il sistema delle zone colorate. Le scuole resteranno sempre aperte per tutti: saranno infatti eliminate le quarantene da contatto. Cesserà ovunque l’obbligo delle mascherine all’aperto, e quello delle mascherine FFP2 in classe.

Metteremo gradualmente fine all’obbligo di utilizzo del certificato verde rafforzato, a partire dalle attività all’aperto – tra cui fiere, sport, feste e spettacoli. Continueremo a monitorare con attenzione la situazione pandemica, pronti a intervenire in caso di recrudescenze”.

Il Premier ha ribadito che: “Il nostro obiettivo è riaprire il tutto al più presto”.

Potrebbe interessarti