Politica

Incursione di 9 caccia militari cinesi su Taiwan: i rapporti della Cina con la Russia e cosa sta succedendo

Incursione di 9 caccia militari cinesi nei cieli di Taiwan. Cosa succede nel mondo mentre i russi avanzano in Ucraina e i rapporti proprio tra Russia e Cina.
Xi Jinping

Nelle scorse ore Taiwan ha denunciato l’incursione nel suo spazio aereo di 9 caccia militari cinesi. La risposta è stata l’alzarsi in volo dei suoi aerei e lanciando avvisi di avvertimento. La situazione si fa sempre più incandescente mentre i russi sono a un passo dalla capitale ucraina.

 9 caccia militari cinesi su Taiwan 

Stando a quanto riporta Ansa, il ministero della Difesa di Taipei, la capitale, ha rivelato la presenza nel loro spazio aereo di un modello Y-8 RECCE e 8 jet da combattimento J-16. Dopo l’attacco russo in Ucraina, la presidente Tsai Ing-wen ha deciso di rafforzare l’impegno dell’esercito per la pace regionale.

La posizione della Cina sulla guerra Ucraina

La risposta dell’Europa all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia è stata un pacchetto di sanzioni. Sull’efficacia delle sanzioni si è discusso molto nelle ultime settimane, quando si pensava ancora di avere una possibilità di evitare l’invasione. La Cina ha però un parere chiaro: “Le sanzioni non sono mai state fondamentalmente efficaci per risolvere i problemi. Ci opponiamo risolutamente a tutte le sanzioni unilaterali illegali“, ha spiegato la portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying, riporta Tgcom24.

Per la Cina, la Russia sarebbe dotata di riserve energetiche, petrolio e gas e diverse banche russe si sarebbero unite al sistema di pagamento interbancario cross-border cinese tanto da permettergli di non subire troppo sul fronte delle sanzioni.

Il rapporto si spingerebbe anche oltre. Alexey Muraviev, professore all’Università Curtin di Perth e specialista di studi strategici russi, ha parlato a Le Point, riporta Agi, spiegando come Xi Jinping sostenga Putin. Meno di un mese fa, i due hanno firmato una dichiarazione che assicura a Mosca che la Cina sarà cliente per i suoi idrocarburi.

Insomma, un nuovo acquirente per sistemare la questione delle sanzioni occidentali. Allo stesso tempo, la Russia ha riconosciuto le pretese della Cina proprio su Taiwan che ora vede violato il suo spazio aereo.

Potrebbe interessarti