Sostenibilità

Plastica monouso: si valuta l’ipotesi di eliminarla a livello globale per sempre, il sondaggio Ipsos

Plastica monouso: 3 persone su 4 vogliono un bando che ne abolisca la produzione per sempre
Plastica monouso: si valuta l'ipotesi di eliminarla a livello globale per sempre, il sondaggio Ipsos

Stop globale ai prodotti plastici usa e getta. Questo sarà il tema della discussione che si terrà a Nairobi, in Kenya, in occasione della quinta sessione dell’Unep. Secondo un sondaggio condotto da Ipsos, l’agenzia internazionale specializzata in sondaggi politici e ricerche di mercato

Tre persone su quattro vorrebbero abolire la plastica monouso

Il giornale “Rinnovabili.it” informa che in Italia, circa l’83% delle persone vorrebbero abolire la plastica monouso il prima possibile. Il sondaggio rivela che anche a livello globale il consenso ha larga diffusione, si parla infatti di tre persone su quattro favorevoli.

Politiche “plastic-free”: come attuarle

L’agenzia ONU, per la protezione ambientale da mesi è alle prese per cercare un accordo globale che vada a limitare l’inquinamento da materie plastiche nel pianeta, soprattutto nei mari.

L’appuntamento che si terrà a Nairobi sarà fondamentale per capire fino a che punto gli Stati sono disposti a supportare il progetto, soprattutto in termini economici, e per capire quali sono le prossime mosse delle politiche plastic free a livello mondiale.

Ipsos ci rivela i paesi favorevoli al progetto

È stata condotta un’indagine Ipsos su 20mila persone provenienti da 28 paesi diversi.

Il bando globale alla plastica monouso accoglie i maggiori consensi in parte in Paesi da sempre molto legati alle tematiche ambientali quali: Brasile, Russia, India e Cina. Non mancano i pareri favorevoli anche in America Latina: Colombia, Cile e Argentina si sono rivelati paesi espressamente favorevoli al bando, rispettivamente con medie di persone favorevoli sopra l’80%.I più contrari sono i nordamericani dove lo stop alla plastica monouso scende al al 61% ma resta comunque sopra la metà della popolazione.

I giapponesi si rivelano essere decisamente i più legati alla alla plastica usa e getta: solo il 37% è d’accordo al fermo forzato della produzione e dell’utilizzo.

Noi italiani siamo i più favorevoli tra i paesi europei, infatti ben 14 punti percentuali sopra gli svedesi, paese da sempre legato alle politiche green e alle tematiche ambientali.

L’utilizzo della plastica monouso in Italia è vietato dal 14 gennaio.

WWF, parla Lambertini: “I governi di tutto il mondo se ne facciano carico”

Regioni e Ambiente riporta le parole del direttore generale di WWF international, Marco Lambertini: “La crisi della plastica minaccia di sfuggirci di mano ed è giunto il momento che i governi di tutto il mondo se ne facciano carico proponendo una loro.

 Migliaia di cittadini nel mondo hanno espresso la propria opinione. L’onere e l’opportunità spetta ora ai governi: adottare un Trattato globale sulla plastica in modo da poter eliminare l’inquinamento da plastica nell’ambiente entro il 2030. Non possiamo permetterci nulla meno”.

Potrebbe interessarti