Politica

Il Pentagono propone di riattivare il Telefono Rosso per la guerra tra Russia e Ucraina: di cosa si tratta

Il presidente Usa Biden ha proposto la riattivazione del Telefono Rosso con la Russia: ecco di che cosa si tratta e come funziona questa linea speciale.
Il Pentagono propone di riattivare il Telefono Rosso per la guerra tra Russia e Ucraina: di cosa si tratta

Dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti è arrivata la proposta di attivare un “telefono rosso” con la Russia per affrontare la questione della guerra in Ucraina. Si tratta di una misura già adottata ai tempi della Guerra Fredda. Come funziona il Telefono Rosso e che cosa comporta la decisione di riattivarlo.

Che cos’è il Telefono Rosso tra Stati Uniti e Russia e quando è stato attivato

Mosca non avrebbe ancora dato una risposta alla proposta americana di attivare il Telefono Rosso con gli Stati Uniti, che per anni ha rappresentato la difficoltà di comunicazione tra le due parti coinvolte nella Guerra Fredda.

Consiste in una linea criptata tra il Cremlino e la Casa Bianca, che passa anche per il Pentagono, la cui prima comunicazione avvenne il 30 agosto 1963. All’epoca, a guidare i due Stati erano John F. Kennedy e Nikita Kruscev. Le prime comunicazioni tramite il Telefono Rosso avvenivano tramite 8 telescriventi che inoltravano messaggi di testo attraverso la rete telegrafica. Le telescriventi erano collegate da un cavo sottomarino che attraversava Londra, Copenaghen, Stoccolma e infine Helsinki. Nel 1988 le telescriventi sono state sostituite dai fax. Infine, nel 2008 è stato adottato un sistema informatico criptato che ricorre ai satelliti sia americani sia russi.

La comunicazione attraverso il Telefono Rosso è quindi di tipo scritto, perché consente di evitare equivoci e malintesi. Ogni Paese scrive nella propria lingua e il destinatario del messaggio si occupa della traduzione.

Quando è stato utilizzato il Telefono Rosso tra Mosca e Washington in passato

Lo scopo del Telefono Rosso è quindi quello di scongiurare la possibilità di fraintendimenti e incomprensioni nei momenti in cui la tensione militare è più alta. Di solito le “telefonate” sono preannunciate e avvengono solo in casi di emergenza, anche se la linea è attiva tutti i giorni a tutte le ore.

Il primo utilizzo, dopo i messaggi di prova inviati tra gli USA di Kennedy e la Russia di Kruscev, è avvenuto nel 1967 durante la Guerra dei Sei Giorni, che ha visto coinvolti Israele contro Siria, Egitto e Giordania.

All’epoca, il presidente americano era Lyndon B. Johnson e il primo ministro russo era Alexei Kosygin. Altri utilizzi del Telefono Rosso sono avvenuti tra il 1971 e il 1979, in occasione della guerra indo-pakistana, la guerra del Kippur, l’invasione di Cipro a opera della Turchia e l’invasione russa in Afghanistan.

L’ultima comunicazione tramite questa linea militare si è registrata il 31 ottobre 2016 durante la presidenza di Barak Obama. Ora il Telefono Rosso potrebbe essere utilizzato per la guerra in Ucraina. Nel frattempo, proseguono i negoziati tra Mosca e Kiev in territorio bielorusso.

Potrebbe interessarti