Cronaca dal Mondo

Maltempo e inondazioni in Australia, Sydney a rischio: preoccupazione per i prossimi giorni

L'Australia è flagellata da terribili inondazioni e venti ad altissima velocità, che si stanno ora dirigendo verso Sydney: qual è la situazione e quante sono le persone sfollate.
Maltempo e inondazioni in Australia, Sydney a rischio: preoccupazione per i prossimi giorni

L’Australia è investita da terribili piogge torrenziali da oltre una settimana. A essere flagellata è la costa orientale, tra gli stati del Queensland e del Nuovo Galles del Sud, costringendo all’evacuazione di oltre 200.000 persone. Cosa sta succedendo e come potrebbe evolvere la situazione nei prossimi giorni.

Maltempo e inondazioni in Australia, oltre 200.000 sfollati

Il maltempo, accompagnato da precipitazioni e venti dalla potenza oltre la media, stanno devastando la costa est dell’Australia. La zona colpita si estende per circa 400 km. Le terribili piogge si stanno ora dirigendo verso la città di Sydney, la più grande dell’Australia con i suoi 5.000.000 abitanti.

Dal 22 febbraio hanno già provocato la morte di 14 persone. I venti hanno raggiunto una velocità di quasi 90 km/h, costringendo così all’evacuazione di oltre 200.000 persone. Altri 300.000 abitanti potrebbero essere evacuati a breve e hanno già ricevuto l’avvertimento dalle autorità. Secondo quanto dichiarato alla stampa estera dal premier del Nuovo Galles del Sud, Dominic Perrottet, il maltempo potrebbe peggiorare ulteriormente prima che la situazione possa migliorare.

Le cause delle inondazioni in Australia secondo gli scienziati

Il maltempo sta interessando anche i territori lontani 200 km da Sydney, che potrebbero essere investiti in misura minore.

Anche la città di Brisbane sta registrando la comparsa delle prime tempeste, dopo la terribile bomba d’acqua che l’ha investita all’inizio di questa settimana, causando la chiusura delle scuole oltre a numerose evacuazioni e blackout.

Secondo gli scienziati australiani, una delle possibili cause di questi fenomeno così violenti ed estremi sono i cambiamenti climatici. L’Australia registra infatti un aumento delle temperature più alto rispetto alla media globale, e questo fenomeno consente all’atmosfera di trattenere più umidità.

La conseguenza è, appunto, il verificarsi di piogge ancora più estreme. Il surriscaldamento globale in Australia avrà anche effetti su altri eventi estremi, avvertono gli scienziati, aggravando le ondate di calore, la siccità e anche i terribili incendi che già si sviluppano con sempre maggior frequenza.

Potrebbe interessarti