Programmi TV

A C’è posta per te la storia complicata di Carla e di suo figlio Marco: “Non ho mai smesso d’amarti”

Carla ha chiamato C'è posta per te per recuperare il rapporto con il figlio Marco. Il ragazzo è sembrato titubante, ma poi ha deciso d'aprire la busta alla madre.
A C'è posta per carla e marco

A C’è posta per te, spesso, vengono raccontate delle storie familiari. Anche nella puntata del 5 marzo del people show, la prima storia ha presentato al pubblico una tragedia, che ha coinvolto ben due famiglie, tra loro legate. Infatti, Carla e Mariella hanno chiamato il programma televisivo per fare una sorpresa a Stefano, dopo la tragedia subita con la morte di Francesca.

Anche la seconda storia, protagonista di questa puntata di C’è posta per te, aveva al centro una famiglia. Infatti, Carla ha voluto inviare la speciale missiva al figlio Marco, con cui i rapporti sono freddi da anni.

La storia di Carla e Marco a C’è posta per te

Carla ha chiamato C’è posta per te per recuperare il rapporto con il figlio Marco che: “Non la vuole né vedere, né sentire da due anni”.

Ma la mamma ha spiegato che, in realtà, la relazione con il figlio era compromessa da molto più tempo: “Interrotto da dieci anni… Non ha mai perdonato il fatto che ho lasciato suo padre… Non mi considera sua madre”.

Carla ha raccontato nel people show la sua difficile storia e il suo matrimonio complicato, in cui c’erano stati anche degli episodi violenti: “La situazione degenerava… Mentre Rosa sapeva tutto, io Marco lo proteggevo… Unico modo per sopravvivere di allontanarmi”.

La mamma ha deciso, allora, di lasciare Pescara e andare a vivere a Napoli, senza portare con sé, però, il figlio Marco, di soli 15 anni, che si rifiutò di seguirla: “Io a Napoli non ci vengo”.

C’è posta per te: la lettera di Carla al figlio Marco

Carla ha chiamato C’è posta per te per chiedere scusa a Marco, suo figlio. La mamma aveva il forte desiderio di riprendere nuovamente la loro relazione, problematica da anni.

Carla ha espresso al figlio tutto l’amore che prova per lui: “Marco, amore mio, vorrei tanto sapere perché m’ignori e mi hai escluso dalla tua vita… Non ho mai smesso d’amarti, neanche un istante… Ti chiedo scusa se hai sofferto.

Ti prego Marco non ce la faccio più, apri questa busta”.

La mittente ha fatto un appello anche alla nuora: “Sei una nuora amorevole… Ti prego, se vuoi tu, apri questa busta, mi mancano tanto le bambine”.

Marco apre la busta a C’è posta per te

Marco è stato chiamato a C’è posta per te da sua madre Carla, dopo molti anni di un rapporto freddo. Il ragazzo ha voluto raccontare tutto il dolore provato in questi anni di lontananza: “Che se n’é andata non gli do torto, ha completamente ragione, è il dopo…  Mi ha lasciato nel campo da calcio…  Non è mai tornata… Io non è che sono stato bene… Il vuoto che mi ha lasciato lei, cercavo di colmarlo con gli amici… Brutta infanzia”.

Marco sembrava convinto di voler chiudere la busta alla madre: “A me dispiace… Però, è passato tanto tempo”. Ma, poi, ha deciso di riprendere questo rapporto e di rincontrare Carla.

Potrebbe interessarti