Vai al contenuto

Allarme bomba e spari in metropolitana a New York: il bilancio si aggrava. È caccia all’uomo

Pubblicato: 12/04/2022 17:11

Sono ore di tensione quelle che sta vivendo la città di New York, ripiombata nel terrore a poco più di 20 anni dall’11 settembre 2001. Alle 8.30 ora locale (circa le 14.30 italiane), la stazione della metropolitana Sunset Park, tra la 4th Avenue e la 36esima a Brooklyn è stata teatro di una violenta sparatoria seguito da un allarme bomba.

Il primo bilancio dell’attacco alla metropolitana di New York

Nell’arco della prima ora il bilancio era frammentario come le prime informazioni in merito a ferite e vittime, ora la polizia ha un primo quadro della situazione ed è in corso una caccia all’uomo per individuare il presunto attentatore. Il Presidente degli Stati Uniti Biden è in costante contatto con il sindaco della città Eric Leroy Adams.

Al momento il bilancio accertato è di 13 persone ferite di cui 5 in gravi condizioni (non morti come inizialmente aveva rilanciato il New York Times) e tutti con ferite d’arma da fuoco. La polizia, inoltre, avrebbe trovato ordigni inesplosi mentre, informazione ancora da verificare, ci sarebbe stato un incidente simile presso un’altra stazione della metropolitana: l’allerta è altissima anche a Manhattan e nel Queens. Sono in azione agenti dell’anti-terrorismo.

Allarme bomba e spari a New York: è caccia all’uomo

La polizia di New York ha indetto una caccia all’uomo per individuare il presunto autore della sparatoria e dell’allarme bomba nella stazione della metropolitana di Brooklyn. Infatti è stata diramata un’allerta e il divieto di avvicinarsi all’area tra la 36esima e la 4th Avenue.

Le forze dell’ordine sono sulle tracce di un uomo, presumibilmente di colore e descritto come corpulento, con indosso una divisa da addetto ai lavori della metropolitana: un giubbino smanicato color arancione.

Il presunto autore dell’assalto indossava una maschera anti-gas

Secondo una primissima ricostruzione, fatta a seguito delle informazioni raccolte dai testimoni sul posto, l’uomo avrebbe lanciato quello che sembrerebbe essere un fumogeno nell’area della fermata della metro per poi aprire il fuoco contro i pendolari. L’uomo, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, indossava anche una maschera anti-gas.

Il racconto di una testimone

Al New York Post una donna, che viaggiava sul treno della linea N diretta a Manhattan, ha detto di aver sentito talmente tanti colpi d’arma da fuoco da aver perso il conto. “Ce n’erano troppi, non so nemmeno quanti” ha detto, per poi descrivere l’uomo identificato come il presunto autore dei fatti.

“All’inizio pensavo fosse un lavoratore della MTA- Metropolitan Transportation Authority, ma non ho prestato molta attenzione”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it