TV e Spettacolo

Nathaly Caldonazzo a Oggi è un altro giorno parla del rapporto con suo padre: “È stato un po’ violento”

Nathaly Caldonazzo torna in tv per raccontare del difficile clima famigliare in cui è cresciuta, con un padre violento che ha reso difficile il suo rapporto con gli uomini.
Nathaly Caldonazzo a Oggi è un altro giorno parla del rapporto con suo padre: "È stato un po' violento"

Il pubblico del piccolo schermo ha imparato a conoscere Nathaly Caldonazzo attraverso il mondo del reality, momento in cui ha affrontato ogni sfida con determinazione. L’attrice oggi si mostra invece nei suoi lati più fragili, raccontando a Serena Bortone nel suo Oggi è un altro giorno della sua difficile infanzia segnata da un padre violento che ha reso difficile il suo rapporto con gli altri uomini.

Nathaly Caldonazzo racconta della sua difficile infanzia con un padre violento

Dopo la sua avventura al Grande Fratello Vip, Nathaly Caldonazzo torna in tv per raccontarsi – questa volta fuori dalla bolla del reality.

La donna ha infatti scelto di accettare l’invito di Serena Bortone ad Oggi è un altro giorno per parlare piuttosto del suo privato e della sua difficile infanzia.

Un periodo affatto semplice, come ha spiegato nel corso dell’intervista, fatta di momenti bui resi tali dal rapporto tra i suoi genitori: “Non tutto andava per il meglio. Lei [la mamma Leontine Snell ndr] ha sposato questo uomo bellissimo, un playboy fascinoso, che però non le ha reso la vita molto facile” ha spiegato alla giornalista.

È stato un po’ violento. Io purtroppo assistevo a delle scene che mi hanno un pochino segnato.

Questo omone così grande che io amavo, perché era mio padre – prosegue nel corso dell’intervista – ma al contempo volevo difendere mia mamma, così indifesa e bella. Sognavo la famiglia del Mulino Bianco, ma questo purtroppo non è successo”.

Una situazione che inevitabilmente ha condizionato il suo futuro rapporto con gli uomini, come ha raccontato successivamente a Serena Bortone nel salotto di Rai1.

Nathaly Caldonazzo parla del suo difficile rapporto con gli uomini

Avere un padre violento ovviamente condiziona l’intera esistenza di una persona, che anche in futuro dovrà fare i conti con i traumi che una situazione del genere provoca.

Lo sa bene Nathaly Caldonazzo, che dopo aver raccontato del difficile clima famigliare in cui è cresciuta si è presa un attimo per parlare anche delle conseguenze che questa situazione le ha comportato.

Penso che, karmicamente, una figlia vada sempre cercando quello che ha vissuto la madre. Che si tratti di violenza emotiva o fisica, comunque siamo sempre attratte un po’ dal carnefice – ha rivelato alla Bortone – È successo anche a me, non ho mai avuto rapporti serenissimi. La violenza psicologica è una manipolazione, ti rende insicura“.

Ci sono uomini che ti manipolano, ti fanno pensare che senza di loro non vali niente, non sei capace di fare nulla, ti indeboliscono interiormente – prosegue la Caldonazzo – Questo è un danno molto grande, lo trovo alla stessa stregua della violenza fisica. Io gli credevo quando mi dicevano così“.

Non è per altro la prima volta che accenna a questa complessa situazione, dal momento che anche in passato si è soffermata sulle difficili relazioni che ha avuto.

Non troppo tempo fa, nel corso di un’intervista per Storie Italiane (programma di Eleonora Daniele), non solo è tornata sulle violenze commesse da suo padre, ma ha anche affrontato il difficile racconto dell’ex che a lungo l’ha perseguitata.

All’inizio c’è la fase del ‘love bombing’, cioè tu vedi in questa persona un essere incredibile e dici ‘Ma che fortuna, ho trovato la persona che mi ama’. Piano piano, cominciano a farti una manipolazione mentale fino a distruggerti emotivamente” aveva raccontato in quell’occasione.

Quando vai a denunciare ti chiedono se ci sono segni di violenza fisica. Se poi questi segni non ci sono, tu torni a casa, o comunque rincontri questa persona e sei in difficoltà, hai paura” ha poi ammesso, spiegando anche che questa persona la odia tutt’oggi e che la persecuzione non si è mai fermata.

Potrebbe interessarti