Spettacolo

Catherine Spaak è morta a 77 anni: addio all’attrice e cantante che ha incantato l’Italia con la sua eleganza

Catherine Spaak è stata una delle attrici simbolo della commedia all'italiana: nella sua vita ha lavorato con alcuni dei più grandi registi italiani.
Catherine Spaak è morta a 77 anni: addio alla cantante e attrice che ha incantato l'Italia con la sua eleganza

È morta a 77 anni l’attrice, cantante e conduttrice Catherine Spaak: l’artista è scomparsa dopo una lunga malattia. Nel 2020 aveva raccontato di aver avuto nel luglio di quell’anno un’emorragia cerebrale che le aveva fatto perdere momentaneamente la vista e la capacità di camminare.

Catherine Spaak, la famiglia: l’influenza artistica dei genitori

Catherine Spaak è stata una grandissima icona cinematografica e televisiva: ha cominciato a respirare l’atmosfera artistica in casa, venendo da una famiglia di artisti. Sua madre, Claudie Cléves, era un’attrice. Suo padre era uno sceneggiatore cinematografico.

Anche la sorella Agnès aveva seguito le orme della madre, salvo poi allontanarsi dal mondo della cinepresa e diventare fotografa.

Catherine Spaak e i mariti: da Fabrizio Capucci a Johnny Dorelli

Nella sua vita ha avuto diverse relazioni importanti: è stata sposata con l’attore Fabrizio Capucci, padre della figlia Sabrina. Dopo la separazione da Capucci incontrò Johnny Dorelli, con cui ebbe una lunga relazione (terminata nel 1979) dalla quale nacque il figlio Gabriele. In seguito è stata sposata con l’architetto Daniel Rey e poi con Vladimiro Tuselli, da cui però si era separata negli ultimi anni di vita.

Catherine Spaal nel cinema: la musa di Lattuada

Gli esordi nel cinema avvengono quando Catherine Spaak ha solo 14 anni e viene notata dal regista Jacques Becker, che la sceglie per il film Il Buco: in seguito reciterà in Dolci Inganni di Alberto Lattuada, dove recita la parte dell’adolescente disinibita, ruolo che le rimarrà a lungo incollato addosso.

Ancora giovane, la sua carriera si dirama e Catherine Spaak diventa anche cantante: la sua canzone più iconica in Italia è L’esercito del Surf, mentre in francese canta la famosissima Quelli della mia età, cover di Tous yes garçons et le filles.

Il suo destino sembra però rimanere il cinema, e nello specifico la commedia all’italiana, dove ha l’occasione di affiancare alcuni miti del cinema come Vittorio Gassman .

Quando le sue parti nel cinema cominciano a diradarsi, Catherine Spaak si concentra sulla conduzione televisiva: sarà la conduttrice di forum per diverse stagioni e condurrà Harem.

Negli ultimi anni si ricordano alcune partecipazioni a vari reality come L’Isola dei Famosi ed il dancing show Ballando con le Stelle.

Catherine Spaak e la malattia: “Non è una vergogna”

Negli ultimi anni si era ammalata e nel 2020 in radio, nel corso della trasmissione I Lunatici, aveva raccontato: “Sono stata diversi mesi in riabilitazione, ho avuto un medico formidabile che mi ha rimesso in piedi, ma a gennaio non vedevo più e non sapevo più camminare.

Avevo perso la vista. Medici e infermieri sono stati angeli, mi hanno fatto rinascere, sorridere di nuovo alla vita e al mondo. Non ci si deve vergognare della malattia, la malattia non è una vergogna, è un accadimento, può succedere a chiunque. Non va nascosta. E’ una prova da affrontare con coraggio ma anche serenità”.

Potrebbe interessarti