Scomparsi

Andreea Rabciuc scomparsa a Jesi, il giallo delle ultime ore e la ricerche: trovate tracce della ragazza

Andreea Rabciuc, 27 anni, risulta scomparsa dal 12 marzo scorso, svanita nel nulla dopo una festa con amici e fidanzato in un casolare della provincia di Ancona. Novità nelle indagini.
Andreea Rabciuc scomparsa dopo una festa a Jesi: spunta una novità nel giallo della ragazza

Le indagini sul caso di Andreea Rabciuc, la 27enne di Jesi scomparsa dopo una festa in un casolare nella provincia di Ancona il 12 marzo scorso, continuano senza sosta. Gli inquirenti avrebbero al vaglio diversi elementi tra cui i dispositivi elettronici della giovane e del fidanzato, il 43enne Simone Gresti, e attualmente le ricerche proseguirebbero con l’impiego di droni e cani molecolari nell’intera zona. Di poche ore fa la notizia del rinvenimento di alcune tracce potenzialmente utili.

Andreea Rabciuc scomparsa a Jesi: trovate tracce della ragazza

La scomparsa di Andreea Rabciuc è ancora un giallo.

Secondo la ricostruzione finora effettuata, anche sulla base del racconto di amici con lei nel casolare da cui si sarebbe allontanata il 12 marzo scorso, la giovane avrebbe lasciato la festa dopo aver litigato con quest’ultimo. Simone Gresti, 43 anni, avrebbe tenuto con sé il telefono della ragazza per consegnarlo alla madre della stessa 2 giorni dopo, e continua a dirsi estraneo alla vicenda.

Il suo nome, riporta Ansa, sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Ancona per sequestro di persona, un atto dovuto per consentire ai suoi consulenti di prendere parte agli accertamenti degli inquirenti.

Stiamo collaborando con le autorità, Per noi la priorità è trovare Andreea e la cerchiamo viva. Abbiamo partecipato con il nostro consulente al sopralluogo con i carabinieri del Ris nell’area posta sotto sequestro“. Queste le parole del legale dell’uomo, Emanuele Giuliani, ai microfoni dell’agenzia di stampa in riferimento ai rilievi condotti dalle forze dell’ordine nella zona del casolare di Montecarotto (Ancona) da cui la 27enne si sarebbe allontanata all’alba. Lo stesso luogo in cui, stando alle ultime notizie emerse, i cani molecolari avrebbero fiutato tracce di Andreea Rabciuc.

Scomparsa Andreea Rabciuc, ricerche a tappeto con cani molecolari e una medium

Al vaglio degli investigatori sarebbero non solo i telefoni, ma anche i social. Ogni potenziale fonte di elementi, utili a tracciare eventuali spostamenti della 27enne, è tenuta in particolare considerazione in sede di indagine. Oltre al cellulare della ragazza, riferisce ancora Ansa, le analisi si starebbero concentrando anche su altri 3 dispositivi.

Secondo il fidanzato della ragazza, che nega ogni addebito in relazione alla scomparsa, riporta l’agenzia, Andreea Rabciuc sarebbe viva e ne sarebbero prova alcuni “movimenti” social successivi alla sparizione.

Oltre alle ricerche con i cani molecolari e i droni, la difesa del 43enne avrebbe messo in campo anche l’attività di una medium.

Secondo il racconto di un amico della coppia a Chi l’ha visto?, Andreea Rabciuc avrebbe lasciato il casolare dopo una notte di incessanti litigi con il fidanzato. A Pomeriggio Cinque, il proprietario dell’immobile avrebbe riferito di pesanti parole durante l’ultima discussione tra i due, inquadrandone il tenore nella cornice di un “normale litigio di coppia” senza alcun tipo di violenza fisica: “Dopo la nottata, verso le 7 del mattino, era molto arrabbiata ed è andata via, prendendo la strada in direzione di Jesi“.

Potrebbe interessarti