TV e Spettacolo

Ladri in azione a casa di Andrea Bocelli: svaligiata la nuova villa dell’artista in Toscana

Andrea Bocelli sarebbe stato vittima di un furto all'interno della nuova villa toscana. La ricostruzione sul colpo che sarebbe stato messo a segno poche ore fa nella residenza.
Ladri in azione a casa di Andrea Bocelli: svaligiata la nuova villa dell'artista in Toscana

Ladri a casa di Andrea Bocelli: secondo quanto trapelato, l’artista sarebbe stato vittima di un furto all’interno della nuova villa toscana a Forte dei Marmi. Un colpo che sarebbe stato messo a segno poche ore fa nell’abitazione attualmente disabitata e in fase di ristrutturazione.

Ladri a casa di Andrea Bocelli: svaligiata la nuova villa in Toscana

Andrea Bocelli avrebbe subito un furto – di entità ancora ignota – all’interno della sua nuova villa a Forte dei Marmi. Lo riporta Il Fatto Quotidiano, secondo cui una delle abitazioni toscane dell’artista sarebbe finita nel mirino dei ladri poche ore fa.

Stando a quanto si apprende, la casa in Versilia sarebbe stata svaligiata nella notte tra il 30 aprile e il 1° maggio, nella zona di Vittoria Apuana. L’artista l’avrebbe acquistata di recente e sarebbe attualmente disabitata poiché in fase di ristrutturazione.

Furto nella villa di Bocelli a Forte dei Marmi: i precedenti ai danni del tenore

Non si tratterebbe del primo furto ai danni di Andrea Bocelli, riporta Il Gazzettino, le cui proprietà in passato sarebbero già finite nel mirino dei malviventi. Nel 2018 avrebbe subito lo stesso reato per ben 2 volte e in un’altra villa a Forte dei Marmi.

La prima volta, a luglio, Bocelli si sarebbe trovato in casa con la moglie e i figli e a dare l’allarme sarebbe stato il personale di sicurezza.

I ladri sarebbero poi tornati in azione nell’agosto successivo, quando la famiglia del tenore era assente.

L’episodio di poche ore fa sarebbe stato segnalato agli inquirenti dal personale di servizio, allarmato dalla porta aperta e dal disordine. A terra sarebbero stati trovati alcuni oggetti, ma al momento sarebbero in corso accertamenti per capire quale sia la reale entità del “bottino”. L’abitazione non avrebbe arredamenti e non è emerso cosa possa essere stato prelevato durante il colpo.

Potrebbe interessarti