Cronaca Nera

Alice Scagni uccisa a 34 anni in strada a Genova: il fratello l’avrebbe colpita con 17 coltellate

Emergono nuovi dettagli sulla morte di Alice Scagni, la 34enne colpita in strada a Genova e per il cui omicidio è stato fermato il fratello. I primi risultati dall'esame sul corpo della donna.
Alice Scagni uccisa a 34 anni in strada a Genova: il fratello l'avrebbe colpita con 17 coltellate

Alice Scagni, la 34enne uccisa in strada a Genova e per la cui morte sarebbe stato fermato il fratello, Alberto Scagni, 40 anni, sarebbe stata colpita con almeno 17 coltellate al culmine di una lite. Questo uno degli elementi attualmente in mano agli inquirenti nelle iniziali battute d’indagine sull’omicidio della giovane donna, un dato che sarebbe emerso all’esito di un primo esame sul cadavere.

Alice Scagni uccisa a Genova: il fratello l’avrebbe colpita con 17 coltellate

Il fratello della 34enne sarebbe stato fermato poco dopo l’omicidio e sottoposto a un lungo interrogatorio. Secondo quanto finora emerso, da tempo tra i due sarebbero maturate tensioni i cui motivi sarebbero attualmente al vaglio degli inquirenti.

Nelle ultime ore, riporta Agi, sarebbe spuntato un presunto movente di natura economica dietro l’efferato delitto: la lite in strada a Genova sarebbe sfociata nell’aggressione da parte del 40enne dopo l’ennesima richiesta di denaro alla sorella. La vittima, stando a quanto emerso da un primo esame sul corpo eseguito dal medico legale Sara Lo Pinto, sarebbe stata raggiunta da almeno 17 coltellate. L’autopsia attesa nei prossimi giorni potrebbe fornire ulteriori elementi per la ricostruzione della dinamica.

Chi era Alice Scagni, 34enne uccisa a Genova

All’aggressione mortale ai danni di Alice Scagni, riporta Ansa, avrebbero assistito dalla finestra alcuni residenti del quartiere e il marito della vittima, i primi a lanciare l’allarme su quanto accaduto. La vittima 34 anni, era sposata e aveva una figlia di poco più di un anno. Da una prima fase di indagini sarebbe emerso che i rapporti tra la donna e il fratello sarebbero stati tesi da diverso tempo.

Genova si sveglia nel dolore con la notizia dell’uccisione di Alice, una giovane mamma 34enne accoltellata a morte dal fratello a Quinto.

L’omicida è stato fermato dalle forze dell’Ordine. Un ennesimo e drammatico femminicidio. La città e la Liguria si stringono intorno alla famiglia di Alice, che lascia un marito e un bimbo piccolo. A loro va il mio pensiero e quello di tutta la comunità”. È il commento del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, dopo la tragica morte della donna, affidato a un post sui social.

Potrebbe interessarti