Vai al contenuto

200 euro a lavoratori e pensionati senza fare domanda: come ottenere il bonus e quando viene erogato

Pubblicato: 04/05/2022 18:37

Il Decreto Aiuti appena presentato dal governo Draghi, per andare incontro alle famiglie italiane già duramente colpite dalla crisi economica e dall’aumento dell’inflazione, ha stanziato un bonus di 200 euro. Un importo una tantum che sarà versato direttamente in busta paga per i lavoratori dipendenti e accreditati con la pensione ai pensionati.

Il nuovo bonus fa parte di una più ampia misura, appunto il decreto Aiuti, che inizialmente doveva stanziare un totale di 6-7 miliardi di euro ma che poi è stata incrementata fino agli attuali 14 miliardi.

La scelta del governo di ampliare i fondi destinati agli italiani è nata in conseguenza del fatto che le prospettive economiche per le famiglie sono tutt’altro che rosee. Si stima infatti che il potere d’acquisto degli stipendi a fine anno, secondo l’Istat, subisca un meno 5%. A fronte di questo il governo ha deciso di elargire ad oltre 28 milioni di italiani il bonus 200 euro.

Bonus 200 euro: a chi spetta

Il costo della vita è sempre più alto e incide pesantemente sulla quotidianità delle famiglie che devono sostenere spese sempre più elevate per il caro energia, la crescita dei prezzi dei beni al consumo, i carburanti. Per rispondere almeno in parte a questo aumento dei prezzi il governo ha adottato una misura straordinaria. Si tratta di un bonus da 200 euro, elargito sia ai lavoratori dipendenti che ai pensionati.

La crescita vertiginosa dell’inflazione, con il dato di aprile che si attesta al 6,2%, rende chiaro a tutti come il potere d’acquisto perda di valore e di conseguenza anche gli stipendi.

Bonus 200 euro: come si riceve e quando arriva

Il bonus 200 euro verrà inviato in maniera automatica a lavoratori e pensionati il cui reddito annuo sia inferiore ai 35 mila euro. Nella conferenza stampa di Draghi il premier ha spiegato che l’aiuto economico sarà caricato nel cedolino mensile del pensionato direttamente dall’Inps. Questo avverrà nel mese di luglio 2022, mese in cui i pensionati ricevono anche la quattordicesima.

I lavoratori dipendenti invece riceveranno il bonus dal datore di lavoro in busta paga, che lo anticiperà al posto dello Stato. La somma sarà poi recuperata nel momento del primo pagamento d’imposta. Anche per loro si prevede il versamento del bonus 200 euro intorno ai mesi di giugno o luglio.

Un po’ più complessa la situazione dei lavoratori autonomi, anche loro destinatari della misura di sostegno. Non sono presenti indicazioni su come verrà loro versato il bonus. Se i lavoratori dipendenti e i pensionati non dovranno effettuare nessuna richiesta ma vedranno l’accredito automatico dell’aiuto, non sono ancora chiare le modalità di erogazione del bonus per chi lavora in proprio. Per loro si attendono informazioni più precise nelle prossime settimane.

Indiscrezioni parlano di un apposito fondo con cui i lavoratori autonomi accederanno al bonus. Se per dipendenti e pensionati tra giugno e luglio ci sarà l’accredito, per gli autonomi i tempi potrebbero essere differenti a causa dell’organizzazione più complessa. Ma siamo ancora nel campo delle ipotesi visto che nel decreto Aiuti non ci sono maggiori informazioni a riguardo.

Continua a leggere su TheSocialPost.it