Spettacolo

Ron Moss racconta: “Operavo sui cadaveri”. La rivelazione dell’attore di Beautiful

Iconico volto di Beautiful, l'attore si racconta a Oggi è un altro giorno e rivela momenti e amori del passato.
ron moss

Da giovane voleva somigliare a Ringo Starr dei Beatles ma poi è diventato per tutti Ridge Forrester, l’attore più famoso di Beautiful. 

Oggi ha 70 anni tondi ed è stato ospite nel salotto di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno nella puntata del 31 maggio.

L’attore ha raccontato pezzi importanti della sua vita: dall’infanzia negli USA al tragico incidente che lo ha portato a lasciare Beautiful: “C’è voluto un sacco di tempo per recuperare”, ha detto l’attore.

Ron Moss: il rapporto con il fisico e chi è sua moglie oggi

Il suo fisico statuario ha fatto sognare molte persone. L’attore racconta di essersi sentito a volte un oggetto sessuale: “Una volta sono apparso in un gruppo con un centinaio di donne, la più anziana del gruppo ha deciso che sarei stato il giocattolo del gruppo.

Mi ha toccato ovunque, in tutte le parti del corpo. E che facevo io? – spiega l’attore – Avrei dovuto prendere a schiaffi quella nonnetta? No, e allora le ho detto vai, prendi quello che vuoi”.

Ma si è innamorato anche di molte donne, altrettanto belle. Nel corso della puntata ha raccontato un aneddoto della sua infanzia. Nato a Los Angeles, ha conosciuto Romina Power quando erano bambini e rivolgendosi a Romina Junior, ospite fissa da Serena Bortone, ha spiegato di essersi innamorato di sua zia, Taryn Power e sorella di Romina Power.

Oggi l’attore è felicemente sposato con Devin DeVasquez, nota per essere diventata l’iconica playmate nel numero di Playboy del 1985. In un video mandato in onda durante la puntata, la donna ha detto che la Puglia è la sua “seconda casa” e che “ama l’Italia”, un posto che frequenta da moltissimi anni proprio per la sua carriera.

Ron Moss “operava sui cadaveri”: il racconto dell’attore

Parlando della sua infanzia così ha rivelato che dall’età di cinque anni ha desiderato fare il chirurgo, quindi ha intrapreso la strada per diventarlo “ho fatto tutto il percorso scolastico, l’università, ho lavorato negli ospedali e ho anche operato sui cadaveri”.

Poi un giorno ha dovuto fare una scelta: l’accademia o la musica. “In un giorno ho dovuto scegliere e ho scelto la musica”. L’attore ricorda quel periodo con nostalgia e un pizzico di rimpianto: “Mi piaceva tantissimo e penso che sarei stato un grande dottore”.

Potrebbe interessarti