Gossip

Ricky Martin scagionato dalle accuse di abusi del nipote, il cantante si sfoga: “È stato devastante”. Il video

Due settimane fa l'artista era stato accusato di violenza domestica. Ora l'archiviazione e la reazione di Ricky Martin. Le sue prime parole dopo il processo.
L'accusa: violenza domestica nei confronti del nipote 21enne, Dennis Sanchez.

Era previsto che iniziasse il 21 luglio e finisse dopo un lungo decorso il processo contro Ricky Martin a Porto Rico. In realtà, in sede giudiziaria la vicenda si è conclusa dopo poche ore, giusto il tempo della prima udienza, in cui Ricky Martin si sarebbe presentato in collegamento video via Zoom.

Archiviate le accuse di violenza domestica contro Ricky Martin: la denuncia e l’udienza

A riportare la notizia è per primo il sito di Gossip Tmz, secondo cui in sede di udienza, sarebbero cadute le accuse contro Ricky Martin. Il musicista e performer aveva ricevuto un ordine restrittivo due settimane fa dopo che il nipote lo aveva accusato di violenze.

Da quanto ricostruito, veniva contestato che alla fine di una relazione di sette mesi con il nipote, conclusa lo scorso aprile, il cantante avrebbe esercitato degli abusi. Nell’immediato, con una comunicazione dei suoi legali, Ricky Martin aveva respinto ogni illazione. Oggi, dopo il pronunciamento della Corte, l’artista ha pubblicato un comunicato in cui spiega che l’ordinanza restrittiva nei suoi confronti è stata archiviata e che il nipote ha ritirato le accuse “senza nessuna influenza o pressione esterne”. Immediata la reazione dei fan, che hanno riempito il post con parole di sostegno.

Tra i commenti in cima, quello dell’amica e collega Laura Pausini, che ha detto: “Siempre a tu lado ❤️”.

Lo sfogo di Ricky Martin dopo l’archiviazione: il videomessaggio a TMZ

A fine processo, il cantante quindi ha deciso di fare una comunicazione pubblica per i fan. In esclusiva, il sito TMZ ha pubblicato un video in cui Martin spiega come sono andate le cose, a partire dal motivo per cui non ha rilasciato dichiarazioni finora. “Sono davanti alla telecamera perché ho davvero bisogno di parlarvi” – esordisce Ricky Martin. “Per due settimane – spiega l’artista – non mi è stato concesso di difendermi pubblicamente perché ho seguito il protocollo: la Legge mi obbligava a rimanere in silenzio fino al processo“.

Quindi l’artista arriva alla giornata di oggi: “Grazie a dio queste accuse è stato dimostrato che sono false.

Ma voglio dirvi la verità”. Con le lacrime agli occhi, l’artista rivela:È stato molto doloroso, è stato devastante per me, per la mia famiglia, per tutti….per la persona che denunciava perché …non ha senso, io gli auguro il meglio, gli auguro che possa ricominciare una nuova vita piena di amore e verità“. Dopo il doloroso sfogo, Ricky Martin ha ritrovato il sorriso e ha detto ai fan: “Adesso la mia priorità è di guarire e come guarirò?

Con la musica. Non vedo l’ora di tornare sul palco, non vedo l’ora di stare davanti alle telecamere e intrattenere, che è quello che so fare meglio”. Infine Martin ha ringraziato chi gli è stato vicino: “Grazie alla mia famiglia, grazie ai miei amici e ai miei fans, non avete idea di quanta forza mi diate con ogni commento sui social media. Ora si va avanti, con amore e luce!“.

Potrebbe interessarti