Grande Fratello

GF Vip, ufficiale giudiziario notifica atto a un concorrente e gli pignora i beni: è caos nella Casa

A quanto pare il concorrente avrebbe perso una causa e, non potendo pagare le spese processuali, ora si procederà con il pignoramento dei beni.
GF Vip, ufficiale giudiziario notifica atto a un concorrente e gli pignora i beni: è caos nella Casa

Questo GF Vip non è un albergo, ma è certo che da quella porta rossa si entra e si esce che è un piacere. Questa volta a quanto pare non c’è una fuga di cui parlare, quanto più di un ingresso davvero poco gradito, ovvero quello di un ufficiale giudiziario.

Ci sono fatti della vita che vanno oltre le rigide regole d’isolamento del GF Vip. La notifica di un atto giudiziario è una di queste: non notificare un atto ad uno dei concorrenti importerebbe gravi conseguenze dal punto di vista legale per il destinatario del documento, ed è ammesso solo in caso di irreperibilità del soggetto o sua impossibilità a firmare la notifica (se ad esempio è in stato di incoscienza in ospedale).

Questa volta la persona che deve ricevere un atto giudiziario è viva, cosciente e reperibile. Secondo Leggo si tratta di Pamela Prati. No, non è come pensate: almeno questa volta, Mark Caltagirone non c’entra nulla. Si legge invece dalla fonte citata che si parla di “un atto per il recupero delle spese legali dovute dalla showgirl per aver perso, in primo grado e in appello, una causa civile intentata contro una nota palestra romana. L’ufficiale giudiziario andrà a notificarlo alla Casa del GF Vip”.

Pamela Prati sbugiardata da Giuseppe Candela sul pratigate: “Tutte ca**ate”

Attenzione, non è finita qui: a subire il pignoramento per la causa persa sarà anche la Endemol Shine Italy, come spiegato sempre da Leggo.

Lo studio legale che si sta occupando della questione è il Legalteams , che avrebbe spiegato: “Pamela Prati non solo non ha ottenuto alcun risarcimento dalla palestra ma è stata condannata a rifondere le spese di lite sostenute per difendersi dalle richieste dell’artista. Peraltro, le sentenze che condannano Pamela Prati al pagamento delle spese di giudizio sono state pubblicate da diversi anni, tuttavia ad oggi recuperare le spese legali è stato impossibile”.

Potrebbe interessarti