Grande Fratello

Nikita Pelizon, dopo la madre anche sua sorella parla e risponde sulle dichiarazioni della gieffina: “Sono stanca”

Nikita Pelizon ha spesso parlato della sua famiglia e dei disagi vissuti in gioventù: ora è la sorella che fa dichiarazioni importanti e dà la sua versione dei fatti.
Dentro e fuori dalla casa del GF Vip si sta sviluppando un particolare ed inaspettato remake di Parenti Serpenti, ed il regista pare essere Nikita Pelizon. La giovane tiktoker ha dei trascorsi familiari parecchio problematici e in parte lei stessa ne ha parlato nelle scorse puntate. A darle conforto era stata la sorella, che le ha fatto visita negli studi del reality. Ora però un nuovo messaggio della donna cambierebbe le carte in tavola. Una famiglia molto religiosa e poco affettuosa, grandi restrizioni e, infine, l’essere stata cacciata di casa hanno portato Nikita a vivere la dimensione famigliare con grandi difficoltà. La ragazza è anche stata vittima di una forte depressione ed ha anche tentato il suicidio. Quando la sorella era andata a trovarla, aveva speso parole di scuse nei suoi confronti: “So che hai sofferto quando me ne sono andata di casa senza girarmi, poi hai capito le motivazioni. Scusa se non ho pensato un pò anche a te (…) Era una situazione difficile per tutti, dovevamo fuggire, ma ci ha fatto crescere tanto come persone. Hai fatto dei passi da giganti, Uragano si addice a te”. Entrambi i fratelli di Nikita, a quanto pare, erano andati via di casa molto presto, per motivi molto simili a quelli di Nikita. Qualche giorno fa, però, nel corso di una conversazione sulla cucina con Luca Salatino, Nikita ha raccontato di un altro aspetto fondamentale della sua vita da piccola, ovvero la cucina di sua madre: “ia mamma non amava cucinare. Cucinava solamente quando c’era mio padre. Quando lui non c’era lei mi veniva a prendere a scuola, se si ricordava, e con due tramezzini presi al supermercato andavamo al parco a mangiare sugli scivoli. Oppure andavamo a casa, prendeva due würstel di quelli confezionati, non li scaldava, li metteva sul piatto, senape, ketchup e si mangiava quello”. Tutto questo ha scatenato le ire di sua madre, che ha dato della bugiarda alla figlia sostenendo che, invece, a casa loro si mangiava spesso e bene. Ora, anche la sorella interviene, pur non smentendo del tutto quanto detto dalla concorrente del GF Vip: “Devo ammettere che sono stanca di tutto questo gossip. Ho fatto tanta fatica per raggiungere l'equilibrio che ho personale e familiare, questa situazione ci ha sbattuto in un tritacarne…Da una parte ci sono mamma e papà che credono di aver fatto del loro meglio e hanno grosse difficoltà a vedere gli errori che hanno fatto e che con molta fatica avevo messo da parte perché odio vivere con rabbia e risentimento, non fa parte di me. Però hanno fatto anche molte cose buone, la vita non è solo bianco o nero. Poi c'è Nikita che era piccola ed alcune cose le ha vissute più pesantemente senza essere capita e aiutata al momento giusto nel modo corretto, ma che con tanta fatica e nessun aiuto è arrivata dove voleva.Ora le nostre vite e tutte le cose private stanno diventando pubbliche, lei al GF ha la psicologa disponibile ogni giorno, noi qui fuori no”. Anche sulla questione dell’alimentazione la donna ha la sua versione dei fatti: “Riguardo a come mangiavamo, diciamo pure che mia madre non ama cucinare e non ha mai avuto nessuno che le insegnasse a farlo. Eravamo 3 bimbi e aveva molte cose da fare, quindi le cose poco costose e pratiche andavano per la maggiore. Però è anche vero che a Niki non piaceva praticamente nulla da bambina, la mattina odiava fare colazione con le cose dolci e quindi si mangiava. I würstel, tornando dalla sala mia madre buttava su alla veloce una minestra pronta, lei non la voleva e allora panino würstel ecc…”

Dentro e fuori dalla casa del GF Vip si sta sviluppando un particolare ed inaspettato remake di Parenti Serpenti, ed il regista pare essere Nikita Pelizon. La giovane tiktoker ha dei trascorsi familiari parecchio problematici e in parte lei stessa ne ha parlato nelle scorse puntate.

A darle conforto era stata la sorella, che le ha fatto visita negli studi del reality. Ora però un nuovo messaggio della donna cambierebbe le carte in tavola.

Nikita e la fuga dalla famiglia e la religione

Una famiglia molto religiosa e poco affettuosa, grandi restrizioni e, infine, l’essere stata cacciata di casa hanno portato Nikita a vivere la dimensione famigliare con grandi difficoltà.

La ragazza è anche stata vittima di una forte depressione ed ha anche tentato il suicidio. Quando la sorella era andata a trovarla, aveva speso parole di scuse nei suoi confronti: “So che hai sofferto quando me ne sono andata di casa senza girarmi, poi hai capito le motivazioni. Scusa se non ho pensato un pò anche a te (…) Era una situazione difficile per tutti, dovevamo fuggire, ma ci ha fatto crescere tanto come persone. Hai fatto dei passi da giganti, Uragano si addice a te”. Entrambi i fratelli di Nikita, a quanto pare, erano andati via di casa molto presto, per motivi molto simili a quelli di Nikita.

Qualche giorno fa, però, nel corso di una conversazione sulla cucina con Luca Salatino, Nikita ha raccontato di un altro aspetto fondamentale della sua vita da piccola, ovvero la cucina di sua madre: “Mia mamma non amava cucinare. Cucinava solamente quando c’era mio padre. Quando lui non c’era lei mi veniva a prendere a scuola, se si ricordava, e con due tramezzini presi al supermercato andavamo al parco a mangiare sugli scivoli. Oppure andavamo a casa, prendeva due würstel di quelli confezionati, non li scaldava, li metteva sul piatto, senape, ketchup e si mangiava quello”.

La sorella di Nikita parla dopo le dichiarazioni della gieffina

Tutto questo ha scatenato le ire di sua madre, che ha dato della bugiarda alla figlia sostenendo che, invece, a casa loro si mangiava spesso e bene. Ora, anche la sorella interviene, pur non smentendo del tutto quanto detto dalla concorrente del GF Vip: “Devo ammettere che sono stanca di tutto questo gossip. Ho fatto tanta fatica per raggiungere l’equilibrio che ho personale e familiare, questa situazione ci ha sbattuto in un tritacarne…Da una parte ci sono mamma e papà che credono di aver fatto del loro meglio e hanno grosse difficoltà a vedere gli errori che hanno fatto e che con molta fatica avevo messo da parte perché odio vivere con rabbia e risentimento, non fa parte di me.

Però hanno fatto anche molte cose buone, la vita non è solo bianco o nero. Poi c’è Nikita che era piccola ed alcune cose le ha vissute più pesantemente senza essere capita e aiutata al momento giusto nel modo corretto, ma che con tanta fatica e nessun aiuto è arrivata dove voleva. Ora le nostre vite e tutte le cose private stanno diventando pubbliche, lei al GF ha la psicologa disponibile ogni giorno, noi qui fuori no”.

Anche sulla questione dell’alimentazione la donna ha la sua versione dei fatti: “Riguardo a come mangiavamo, diciamo pure che mia madre non ama cucinare e non ha mai avuto nessuno che le insegnasse a farlo. Eravamo 3 bimbi e aveva molte cose da fare, quindi le cose poco costose e pratiche andavano per la maggiore. Però è anche vero che a Niki non piaceva praticamente nulla da bambina, la mattina odiava fare colazione con le cose dolci e quindi si mangiava. I würstel, tornando dalla sala mia madre buttava su alla veloce una minestra pronta, lei non la voleva e allora panino würstel ecc…”

Potrebbe interessarti