Vai al contenuto

Filippo Turetta domani potrebbe vedere i funerali in tv: “Nulla glielo vieta”

Pubblicato: 04/12/2023 13:40
Filippo Turetta arriverà in Italia con un volo di Stato

Filippo Turetta domani, potrà vedere i funerali di Giulia in tv. Il 22enne difatti, all’interno della cella, possiede una tv come tutti i detenuti.  E qualora domani pomeriggio volesse, nulla gli vieterebbe di seguire la messa in tv.
Leggi anche: Funerali di Giulia Cecchettin in diretta, saltano vari programmi tv

Le stesse fonti fanno sapere che: “è un detenuto come gli altri, e si rende conto di quello che ha fatto e che sta prendendo le misure con la realtà del carcere, che la prima volta è uno shock“. 
Il 22enne è in cella con un detenuto di circa 60 anni, un “angelo custode”, che in accordo con la direzione, ha accettato di “seguirlo”.

Nel frattempo, questa mattina Nicola Turetta ed Elisabetta Martini, i genitori di Filippo Turetta, si sono recati nel carcere di Verona e hanno incontrato il figlio per la prima volta da 21 giorni. In precedenza si erano rifiutati di vederlo. Intorno a mezzogiorno di oggi, lunedì 4 dicembre, il padre e la madre dell’assassino reo confesso di Giulia Cecchettin hanno superato il cancello dell’istituto penitenziario scaligero.
Leggi anche: Filippo Turetta e l’incontro con i genitori: “Sollevato, non sono solo”

Cosa hanno detto i genitori a Filippo Turetta

Con loro non portavano nessuna borsa per il figlio, visto che gli avevano già fatto recapitare scarpe, vestiti e altri oggetti. Secondo quanto si apprende, i due si sono detti “impietriti” e spaventati da quanto sta accadendo al figlio. Ad ogni modo, non hanno alcuna intenzione di abbandonarlo. “È mio figlio, comunque lo rivedrò”, aveva detto qualche giorno fa il padre disperato.

Il personale del carcere di Verona ha provato a confortare i due coniugi: “Fatevi forza”. L’incontro con Filippo Turetta è durato circa un’ora in una sala per i colloqui. I tre si sono abbracciati e hanno anche pianto. Non si vedevano dall’11 novembre, il giorno dell’omicidio di Giulia. Filippo era uscito di casa e poi aveva mandato un messaggio alla mamma: “Ceno fuori”. Dopo il faccia a faccia con il figlio, Nicola Turetta ed Elisabetta Martini se ne sono andati, ma no prima rivolgere alcune parole ai secondini: “Grazie per prendervi cura di nostro figlio”. Ora, tra visite e telefonate, i genitori potranno avere contatti con Filippo ogni due giorni, come previsto per tutti gli altri detenuti.
Leggi anche: Delitto Giulia Cecchettin, Turetta ai pm: “Ecco perché l’ho uccisa”. L’arma del delitto

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 04/12/2023 18:40