Vai al contenuto

La Russa Jr, svolta nelle indagini per stupro: c’entrano i video

Pubblicato: 21/12/2023 19:58
stupro la Russa video revenge porn

Un nuovo capitolo si apre nell’inchiesta sulla presunta violenza sessuale coinvolgente Leonardo La Russa Jr, figlio del presidente del Senato, e il dj Tommaso Gilardoni. Oltre all’indagine principale, un secondo fascicolo è stato aperto per “diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti“, scaturito dalla denuncia di una giovane ragazza coinvolta nel caso.

Il secondo fascicolo si concentra su video girati con i telefoni nella casa di La Russa Jr nella notte dell’18-19 maggio. Mentre i pubblici ministeri non hanno ancora accesso materiale ai filmati, la denuncia dell’avvocato della ragazza ha portato all’apertura del fascicolo contro ignoti per il reato di “revenge porn“. Questo atto punisce chi diffonde immagini o video sessualmente espliciti senza il consenso delle persone coinvolte.

Il dj Gilardoni ha menzionato tre filmati durante il suo interrogatorio, affermando che i rapporti con la ragazza erano consenzienti. Tuttavia, la notizia dell’esistenza di questi video ha spinto l’avvocato della giovane a presentare querela, innescando un’ulteriore fase investigativa.

Gli inquirenti dovranno ora determinare se i video sono stati scambiati tra i due indagati o circolati tra i loro amici. La scoperta del contenuto di questi filmati potrebbe risultare cruciale nell’indagine, specialmente per stabilire le condizioni della ragazza al momento dei fatti.

L’intercettazione tra un amico degli indagati e il padre ha permesso di rintracciare i filmati, aprendo nuove prospettive investigative. La chiave per gli inquirenti sarà comprendere se la ragazza fosse in grado di dare il consenso, diventando così un elemento fondamentale nel corso dell’inchiesta che continua a suscitare grande interesse e preoccupazione pubblica.

Ultimo Aggiornamento: 21/12/2023 19:59