Vai al contenuto

Concetta Russo uccisa la notte di Capodanno: il colpo esploso dal nipote con la pistola rubata

Pubblicato: 02/01/2024 10:36

Sarebbe stato il nipote ad esplodere in maniera accidentale il colpo di pistola che ha ucciso Concetta Russo la notte di Capodanno, mentre stava festeggiando nel suo appartamento di Afragola, in provincia di Napoli. La scorsa notte a Casoria i carabinieri della sezione operativa della locale compagnia, dopo un’attività di indagine durata ore e coordinata dalla procura di Napoli Nord, hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto per i reati di omicidio colposo, porto abusivo di arma in luogo pubblico e ricettazione a carico dell’uomo, del quale non sono state fornite le generalità.
Leggi anche: Concetta Russo uccisa da un proiettile vagante a Capodanno: il colpo partito dentro casa sua

La pistola rubata

L’uomo, nel maneggiare una pistola detenuta senza regolare licenza, avrebbe accidentalmente esploso un colpo di arma da fuoco colpendo alla testa la vittima morta successivamente all’ospedale Cardarelli di Napoli. L’arma utilizzata, una pistola Beretta modello 84, risultata oggetto di furto, è stata rinvenuta successivamente e in tarda serata dai militari nei pressi del cimitero di Afragola, occultata tra le sterpaglie. 

Ultimo Aggiornamento: 02/01/2024 10:39