Vai al contenuto

14enne aggredito con calci e pugni da dei coetanei: mano fratturata e sigarette spente in faccia

Pubblicato: 03/01/2024 17:31

Insulti, aggressioni e sevizie, con tanto di sigarette spente sul volto. È questo l’incubo che ha dovuto affrontare un ragazzino di 14 anni sulle Mura di Grosseto, nella zona tra il Cinghialino e il bastione della Cavallerizza, nei pressi del centro storico, nei giorni prima di Natale.

quattro adolescenti, poco più grandi di lui, l’avrebbero aggredito con spinte, calci e pugni provocandogli una frattura a una mano.

Il fatto però, sembra essere emerso solamente qualche giorno fa dopo che il 14enne era tornato a scuola. Aveva una mano molto dolorante e segni di bruciatura sul volto. Insospettiti, gli insegnanti hanno chiesto spiegazioni allo studente.
Leggi anche: 55enne minaccia la moglie: “Ti uccido come un agnello”, poi la violenza con dei pezzi di vetro

Ora si attendono gli esiti delle indagini

Inizialmente il giovane, non aveva avuto il coraggio di confidare ai genitori le violenze subite, così ha atteso il ritorno a scuola. I professori hanno accompagnato lo studente al pronto soccorso. Da lì è scattata in automatico la segnalazione alle forze dell’ordine che ora stanno portando avanti le indagini per risalire ai responsabili.

È successo tutto prima delle vacanze di Natale: il ragazzino che si trovata lì per incontrarsi con una coetanea, si è invece imbattuto nella banda, che lo ha aggredito a calci e pugni in un vero e proprio pestaggio. In aggiunta poi i ragazzi più grandi gli hanno anche spento dei mozziconi di sigaretta sulla faccia, lasciando evidenti segni.

Non è chiaro se l’agguato sia la conseguenza di un’antipatia precedente fra adolescenti o se si sia trattato dell’ennesimo episodio di violenza ai danni di uno sconosciuto. A Grosseto non è il primo caso di bullismo, ma di certo è il più grave almeno in tempi recenti. Ora le forze dell’ordine indagano per ricostruire l’esatta dinamica della violenza subita dal 14enne.
Leggi anche: Va dal fidanzato ma sparisce nel nulla, Martina trovata morta ore dopo: cosa è successo