Vai al contenuto

Meningite fulminante, Carlos muore nel giro di pochi giorni: era in vacanza con la fidanzata

Pubblicato: 03/01/2024 19:31

 Carlos Ivan Dealtin di 27 anni è morto appena prima del Capodanno a causa di una meningite fulminante, a Grosseto, durante una breve permanenza in Toscana. Originario del Veneto, il ragazzo aveva infatti scelto Follonica come meta per trascorrere le festività natalizie accanto alla sua compagna, ma la malattia repentina ha reso necessario il suo ricovero in ospedale.

Febbre elevata e malessere crescente hanno portato poi al suo spostamento in reparto rianimazione, dove purtroppo il 30 dicembre è deceduto. La tragedia si è consumata nel reparto di rianimazione dell’ospedale, dove il giovane era arrivato in condizioni già molto critiche da quello di Massa Marittima.
Leggi anche: 25enne ha un malore e muore: aveva avuto la febbre, si stava per laureare

La situazione è precipitata velocemente

Carlos dopo alcuni giorni di vacanza ha iniziato ad accusare un malessere sempre più insistente che lo ha costretto a rivolgersi al pronto soccorso dell’ospedale massetano.

Dal presidio di Massa Marittima il paziente era stato quindi trasferito a Grosseto per ulteriori accertamenti. Una volta al Misericordia – fa sapere Asl in una nota – durante gli esami e i trattamenti del caso, le sue condizioni di salute sono improvvisamente peggiorate fino ad arrivare al decesso, da attribuire in base agli esami di laboratorio a patologia fulminante. Si è trattato di un caso di meningite fulminante: le piccole macchie rossastre (petecchie) sono infatti tipiche della malattia, proprio quando questa si manifesta nella sua forma più repentina; soprattutto nelle forme da meningococco.

Ricoverato in rianimazione, le sue condizioni di salute sono precipitate in maniera rapidissima, lasciando nessuna possibilità di intervento. Sabato 30 dicembre il suo cuore ha cessato di battere e gli esami disposti hanno accertato che la morte è stata causata da una forma fulminante di meningite

Ieri la salma del giovane è stata restituita alla famiglia: il carro funebre è arrivato dal Veneto, ha raccolto il corpo ed è ripartito in direzione nord, dove amici e familiari si preparano ad accoglierla.
Leggi anche: Incubo per una 41enne: si ricovera per rimuovere i calcoli, le amputano gambe e braccia