Vai al contenuto

Gerusalemme, sputi a cristiani da parte degli ebrei ortodossi. Cosa sta succedendo

Pubblicato: 04/02/2024 11:45

Ancora sputi e minacce contro ordinari cattolici a Gerusalemme. È accaduto nella Città Vecchia. Il gesto è stato compiuto da due ebrei ortodossi, già individuati. A riferirlo ai media è Wadie Abunassar, portavoce dell’Assemblea degli ordinari cattolici di Terra Santa. Gli sputi da parte di uno degli aggressori sono stati indirizzati ieri in direzione di Nikodemus Schnabel, abate della Dormizione di Gerusalemme. L’altro ortodosso – ha invece insultato Gesù. I due, tra cui un minore di 17 anni, sono stati fermati dalla polizia.
Leggi anche: Liliana Segre: “Non mi devo discolpare per ciò che fa Israele”

La ferma condanna dell’accaduto da parte delle autorità israeliane

Il ministro degli Esteri israeliano, Israel Katz, ha condannato “fermamente i brutti atti contro membri di altre religioni”. “Ancora una volta un brutto episodio di sputi contro i chierici cristiani a Gerusalemme. Sotto il governo dello Stato di Israele, tutti i membri delle religioni potranno godere di completa libertà di culto, come mai prima d’ora. Come ha detto il profeta: ‘perché la mia casa sarà chiamata casa di preghiera per tutte le nazioni'”.