Vai al contenuto

Jorit, le accuse: usate risorse pubbliche per finanziare filo-putiniani

Pubblicato: 12/03/2024 16:58
jorit putin

Il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, ha sollevato interrogativi riguardo all’opportunità che la Regione Campania finanzi soggetti e progetti legati a posizioni filo-putiniane, puntando in particolare lo street artist Jorit, noto per una foto con il presidente russo Vladimir Putin. In una interrogazione indirizzata al ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, Iannone chiede chiarimenti sull’uso di risorse pubbliche per tali fini e sull’ammontare economico speso dalla Regione Campania a sostegno dell’artista napoletano Ciro Cerullo, meglio conosciuto come Jorit.
Leggi anche: L’artista Jorit e la foto con Putin che scatena le polemiche

Secondo quanto riferito, Jorit avrebbe ottenuto un cachet di novantamila euro da una compagnia controllata dal Ministero dell’Edilizia russo per realizzare dieci murales sia in Russia che in Ucraina occupata militarmente, e il suo incontro con Putin sarebbe stato organizzato dall’ambasciata russa in Italia.

La regione Campania ed il supporto a Fondazione Jorit

Il senatore evidenzia come la Regione Campania, attraverso il Por Campania FSE 2014-2020, supporti finanziariamente la Fondazione Jorit da anni, nonostante le posizioni pro-Russia espresse dall’artista attraverso le sue opere e interviste. Inoltre, il progetto “Right between the eyes” della fondazione, finanziato con fondi FESR, coinvolge scuole e studenti nella realizzazione di opere di street art che, secondo Jorit, veicolano messaggi politici contro il riarmo.

Attraverso l’interrogazione, Iannone richiede al Ministro Sangiuliano di verificare la situazione e di fornire risposte sul caso, mettendo in luce le eventuali responsabilità e le azioni intraprese dalla Regione Campania in relazione ai finanziamenti concessi.