Vai al contenuto

Tragedia in Ecuador: assassinata la giovanissima sindaca Brigitte García

Pubblicato: 24/03/2024 23:15

In un tragico episodio che ha scosso l’intera nazione, Brigitte García, la sindaca della città costiera di San Vicente in Ecuador, è stata assassinata a colpi d’arma da fuoco. La notizia è stata confermata oggi dalla polizia locale, che ha rinvenuto il suo cadavere insieme a quello di un’altra persona.

Il delitto si inserisce in un contesto di profonda turbolenza per il Paese, attualmente sotto stato di emergenza a seguito delle violente attività delle gang del narcotraffico. Queste ultime sono responsabili di una ventina di morti, nonché di esplosioni, sequestri e attacchi armati che hanno paralizzato parte della nazione da gennaio.

García, trovata morta all’interno di un veicolo, non era sola: al suo fianco giaceva Jairo Loor, direttore comunale della Comunicazione. Le autorità hanno confermato la presenza dei due corpi tramite i social, aggiungendo un ulteriore strato di drammaticità alla vicenda.

Con solo 27 anni, García era considerata il sindaco più giovane dell’Ecuador e faceva parte del movimento Rivoluzione Cittadina, fondato dall’ex presidente Rafael Correa, al potere dal 2007 al 2017. La sua morte non solo rappresenta una grande perdita per la comunità di San Vicente ma sottolinea anche il crescente clima di insicurezza e violenza che sta attraversando l’Ecuador, in un periodo in cui le autorità stanno faticando a contenere l’influenza e le attività criminali delle gang legate al traffico di droga.

Questo episodio luttuoso getta un’ombra ancora più cupa sul Paese, già provato da mesi di disordini, e pone interrogativi urgenti sulla capacità del governo di proteggere i suoi cittadini e i suoi funzionari pubblici in un contesto di crescente instabilità e violenza.