Vai al contenuto

Donna trovata morta in un’ex chiesetta: il cadavere ha una profonda ferita sul collo

Pubblicato: 08/04/2024 12:57

Un taglio profondo taglio al collo e varie ferite all’addome. Così si è presentato al medico legale il corpo della giovane donna trovata morta venerdì 5 aprile in un’ex chiesetta diroccata sulle montagne di La Salle, in Valle d’Aosta. 
Leggi anche: Ucciso a 24 anni mentre stava andando al lavoro. Cos’è successo a Domenico

La ragazza indossava un paio di leggings e una felpa. Vicino a lei c’era una confezione di marshmallow. A terra erano visibili macchie di sangue e tracce di trascinamento: segno che il corpo è stato trasportato all’interno dell’ex cappella. A segnalare il cadavere alle forze dell’ordine un uomo che stava facendo una passeggiata nei boschi. La Procura indaga per omicidio.

La giovane non ancora identificata

Secondo quanto si apprende, la vittima sembrerebbe una “ragazza molto giovane, sui 20 anni ma forse anche meno, probabilmente straniera”. Aveva un piercing all’ombelico. Intorno al cadavere, oltre ai marshmallow, c’erano delle cartacce e altri rifiuti. I carabinieri hanno portato via vari reperti dall’ex chiesetta, tra cui una grossa pietra con varie macchie di sangue. 

Il ritrovamento del corpo

Il corpo della ragazza è stato scoperto da alcuni escursionisti all’interno dell’ex cappella di frazione Equilivaz, un villaggio di media montagna abbandonato da anni e oggi ridotto ad un cumulo di rovine, poco frequentato e lontano dagli itinerari turistici. La ragazza non è ancora stata identificata ma, in base all’abbigliamento, si ipotizza che sia straniera. Era rannicchiata in fondo alla chiesetta, in posizione fetale. «Sembrava che dormisse» hanno raccontato gli escursionisti agli inquirenti. Era vestita e al suo fianco c’erano vari alimenti sparsi a terra. Sui sassi all’interno della ex cappella sono visibili alcune tracce di sangue. 

Caccia a un uomo e a un furgone rosso

L’area – raggiungibile in circa 15 minuti di passeggiata su sentieri in mezzo alla boscaglia – è stata subito isolata e setacciata metro per metro. I carabinieri hanno effettuato diversi sopralluoghi, raccogliendo «elementi» che sono stati portati in laboratorio per le successive analisi. Anche i sentieri che si inerpicano lungo la montagna, fino ad una cascata, sono stati controllati. Ora si cerca un uomo, riporta il Messaggero, che era con la ragazza in base ad alcune testimonianze: i militari dell’Arma hanno chiesto informazioni nei bar e nei supermercati della zona su una coppia che la scorsa settimana era stata notata tra i comuni di La Salle e Arvier. La gente del posto ha anche segnalato la presenza, proprio in quei giorni, di un furgoncino ‘camperizzatò di colore rosso/bordeaux, che era parcheggiato sulla strada statale 26, all’imbocco del sentiero che porta al villaggio abbandonato. È una delle piste, ma non l’unica, che stanno battendo gli inquirenti.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 08/04/2024 14:52