Vai al contenuto

Polizia uccide un 26enne con 96 colpi in 42 secondi durante un controllo

Pubblicato: 10/04/2024 17:27
Chicago afroamericano ucciso polizia

Ancora polemiche sulla violenza della polizia negli Stati Uniti d’America. E un altro video che diventa virale sui social network. Le immagini, riprese dalla bodycam di un poliziotto, hanno fatto il giro del mondo in pochi minuti e mostrano agenti in borghese sparare 96 colpi in 42 secondi durante un controllo stradale. A rimanere ucciso è un automobilista afroamericano di 26 anni, Dexter Reed, fermato perché senza cintura di sicurezza. Non è ancora chiaro se sia stato proprio lui a sparare per primo.
Leggi anche: Sparatoria in mezzo alla strada, muore Raffaele Capriati, figlio di un boss

La sparatoria è avvenuta in un quartiere residenziale di Chicago, a Garfield Park. Il giovane è morto per le ferite riportate. I fatti si sono verificati lo scorso 21 marzo, ma il video è stato diffuso solo nelle ultime ore dal Civilian Office of Police Accountability della capitale dell’Illinois.

Nelle immagini si vedono alcuni agenti in borghese che sparano 96 colpi di arma da fuoco in 42 secondi durante un controllo stradale. Dexter Reed era stato fermato perché senza cintura di sicurezza. Secondo la versione ufficiale fornita dalle forze dell’ordine, il giovane si sarebbe rifiutato di uscire dall’auto e avrebbe sparato per primo ferendo un agente. Ma i familiari di Reed si chiedono perché gli agenti abbiano fermato la sua auto già con le pistole spianate, aprendo poi il fuoco.

Il video e la ricostruzione dei fatti

“Rapporti preliminari indicano che questo incidente è iniziato quando cinque agenti di polizia di Chicago assegnati a un’unità tattica dell’11° distretto hanno bloccato Dexter Reed. Perché presumibilmente non indossava la cintura di sicurezza. – ha dichiarato il Civilian Office of Police Accountability (COPA) – Dopo aver fermato il signor Reed, diversi agenti hanno circondato il suo veicolo dando comandi verbali. Quando il signor Reed non ha rispettato questi comandi, hanno puntato le loro armi da fuoco contro di lui e alla fine c’è stato uno scambio di colpi di arma da fuoco che ha lasciato il signor Reed morto e un ufficiale colpito all’avambraccio. L’esame delle riprese video e dei rapporti iniziali sembra confermare che il signor Reed ha sparato per primo e quattro agenti hanno risposto al fuoco. Le prove preliminari disponibili confermano inoltre che gli agenti hanno risposto al fuoco circa 96 volte in un periodo di 41 secondi, anche dopo che il signor Reed è uscito dal suo veicolo ed è caduto a terra”.
Leggi anche: Scontri a Memphis dopo che la polizia ha ucciso un ragazzo afroamericano

Continua a leggere su TheSocialPost.it