Vai al contenuto

Prodotti ritirati dal mercato per rischio microbiologico: fate attenzione

Pubblicato: 14/04/2024 19:59

Due tipologie di salame prodotte dal Salumificio F.lli Scappocchin sono state richiamate dal commercio a causa di un rischio microbiologico, secondo gli avvisi pubblicati sul sito del ministero della Salute nella sezione dedicata ai richiami di prodotti alimentari.

I prodotti coinvolti sono il “Salame nostrano” e il “Salame nostrano con Aglio” della stessa azienda. Entrambi i salami sono stati richiamati per la presenza del batterio Listeria Monocytogenes, un agente patogeno che può causare la listeriosi, una malattia che può risultare grave o addirittura letale.

Per il “Salame nostrano”, il lotto di produzione segnalato è il 164/24. La sede dello stabilimento di produzione è in Via Giorgio La Pira 14, Camposampiero (PD). Questo salame è venduto a peso, con pezzi che variano dai 600 agli 800 grammi. Il ministero della Salute raccomanda di non consumare il prodotto e di riportarlo al punto di acquisto per un rimborso o una sostituzione.

Il secondo prodotto, il “Salame Nostrano con Aglio”, ha visto il ritiro del lotto 165/24, prodotto nella stessa sede dello stabilimento del primo. Anche in questo caso, il motivo del richiamo è la presenza di Listeria Monocytogenes.

La listeriosi è un’infezione causata dal consumo di alimenti contaminati da Listeria monocytogenes. Gli alimenti più a rischio includono verdure e ortaggi crudi, formaggi a pasta molle, latte non pastorizzato, carne poco cotta e prodotti ittici affumicati, oltre a insaccati come il salame. Nei soggetti sani, i sintomi della listeriosi sono simili a quelli di un’influenza intestinale o di un’intossicazione alimentare, inclusi diarrea, nausea, mal di testa, febbre, vomito e dolori muscolari, che generalmente si risolvono spontaneamente.

Continua a leggere su TheSocialPost.it