Vai al contenuto

“Malore improvviso” in diretta per Cateno De Luca. Si accascia durante il comizio, ricoverato (VIDEO)

Pubblicato: 30/04/2024 16:05

Di norma ci si occupa di Cateno De Luca, sindaco di Taormina e personaggio pittoresco, per una uscita delle sue; o più di recente per la maxi lista-conglomerato di sigle Sud chiama Nord, con cui si presenterà alle elezioni europee; ancora più indietro nel tempo per le sue posizioni super vacciniste ai tempi del Covid, quantunque ora si autoproclami leader “antisistema”. Addirittura, organizzava le vaccinazioni di gruppo quando era sindaco di Messina. Oggi ce ne occupiamo per il suo “malore improvviso”, secondo la terminologia oramai in uso e che non fa alcun richiamo all’abnorme ed esponenziale crescita di questi malori esattamente in concomitanza con la campagna vaccinale a tappeto. Cateno De Luca è stato ricoverato, ieri, all’ospedale Policlinico di Messina dopo che, durante un comizio nella città dello Stretto, che era anche in diretta Facebook, ha iniziato a tossire, impossibilitato persino a parlare, sino a che si è accasciato, fortunatamente sostenuto da un suo candidato. La scena preoccupante è ripresa nel video che anche noi proponiamo qui di seguito. (Continua a leggere dopo il VIDEO)

Il malore e il ricovero

Il leader di Sud chiama Nord era impegnato in una serie di incontri nei comuni della riviera jonica messinese, nonostante già dalla mattina avesse la febbre molto alta, per presentare il progetto politico per le Europee. Dopo il malore occorso durante il comizio a Itala, nella città metropolitana di Messina, e il contestuale ricovero, è stato poi emesso un comunicato da parte del suo staff: “De Luca sta bene, ma per precauzione è stato necessario il ricovero per alcuni accertamenti medici – si legge – I medici hanno prescritto riposo, pertanto tutti gli eventi in programma per oggi sono rinviati. De Luca riprenderà le sue attività pubbliche non appena possibile”. I medici hanno prescritto a Cateno De Luca la necessità di stare a riposo, dunque, ma c’è da dire che, per quanto sopra le righe sia il personaggio Cateno De Luca, la sua verve istrionica non viene meno neppure dal letto d’ospedale, da dove ha richiesto un incontro con la presidenza del Consiglio: “Chiediamo ufficialmente un immediato incontro al sottosegretario Fazzolari e allo staff della Meloni per discutere di estendere l’esenzione firme a tutti i partiti minori così da agevolare la democrazia ed evitare che il governo Meloni favorisca solamente il partito di Marco Rizzo con una norma ad personam a discapito di tutti gli altri partiti, creando un precedente gravissimo per un Paese che si definisce democratico”. E ancora: “Se ciò non dovesse succedere e nel CdM di oggi delle 11.00 venisse approvata una norma ‘ad personam’, saremmo davanti a un atto gravissimo di lupara governativa“. (Continua a leggere dopo la foto)

Il messaggio di Cuffaro

Come si legge sul portale d’informazione locale Strettoweb, Totò Cuffaro, segretario nazionale della DC, dopo aver appreso del malore accusato da Cateno De Luca, ha rilasciato un messaggio di pronta guarigione: “Sono affettuosamente e umanamente vicino a Cateno De Luca e mi auguro sinceramente di poter al più presto riprendere i nostri scontri politici, convinto che, a prescindere dalle nostre diversità, lui rappresenta, col suo lavoro, una opportunità per la politica è un valore per la nostra terra”.

Potrebbe interessarti anche: Ultim’ora: terrore nella metropolitana a Londra: uomo armato di Katana uccide un 13enne e ferisce diverse persone (VIDEO)

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 30/04/2024 16:09