Vai al contenuto

Genova, maestra maltratta una bimba perché non vuole fare il riposino: una collega la denuncia

Pubblicato: 02/05/2024 20:16

Una grave vicenda si è verificata in un asilo privato della Valbisagno a Genova, dove un’educatrice di 46 anni è sotto accusa per abuso di mezzi di educazione, violenza privata e minacce nei confronti di una bambina di quasi tre anni. Secondo quanto riportato dalla procura, la donna avrebbe maltrattato la piccola perché piangeva e rifiutava di fare il riposino. Gli eventi risalgono a febbraio e sono stati segnalati da una collega, che prima ha informato la direzione scolastica e poi ha denunciato il caso alla polizia una volta capito la gravità dell’accaduto.

La collega ha raccontato agli investigatori di come la maestra, che aveva sotto la sua responsabilità due classi nel giorno delle violenze, avrebbe perso la pazienza con la bambina che continuava a piangere. Si presume che la donna abbia minacciato di rinchiuderla in uno sgabuzzino e poi l’abbia costretta a rimanere nel lettino.

La direzione scolastica ha avviato un’indagine interna e ha deciso di licenziare immediatamente l’educatrice coinvolta. Tuttavia, in caso di archiviazione dell’indagine, la donna potrebbe richiedere il reintegro. Attualmente, assistita dall’avvocato Barbara Barbanera, la maestra è stata informata dell’avviso di conclusione delle indagini da parte del pubblico ministero Alberto Landolfi e nei prossimi giorni verrà interrogata per fornire la sua versione dei fatti.

Leggi anche: Chiara Ferragni “licenziata” da Pantene: al suo posto la bellissima modella Havi Mond

Continua a leggere su TheSocialPost.it