Vai al contenuto

Milena Santirocco, tutta la storia: due appuntamenti con l’esorcista, debiti e il finto rapimento

Pubblicato: 07/05/2024 09:38
Milena Santirocco rapimento esorcista

Milena Santirocco è la 54enne insegnante di danza e fitness di Lanciano, di cui nei giorni scorsi si erano perse le tracce in Abruzzo. Poi, dopo il suo ritrovamento, ha confessato alla polizia di essersi inventata tutto. Al prete esorcista che frequentava aveva invece raccontato di “oggetti malefici” in palestra.
Leggi anche: Milena Santirocco shock: “Non sono stata rapita, volevo uccidermi”

Tutti i misteri della scomparsa di Milena Santirocco

Dopo sei giorni passati a girovagare in modo assurdo, Milena Santirocco si è presentata con i vestiti bagnati in un bar di Castel Volturno, vicino Caserta, raccontando di essere stata rapita da due uomini incappucciati che volevano ucciderla. Poi il giorno dopo è crollata e ha ammesso: “Mi sono inventata tutto, volevo farla finita”.

Pare che siano stati dei problemi economici a indurre Milena Santirocco a mettere in piedi tutta questa messa in scena con cui ha ingannato anche i suoi figli Manuel e Dennis, la sorella Sonia e la madre. Un comportamento che ha indotto l’avvocato Antonio Cozza dell’associazione Penelope, impegnata nelle ricerche degli scomparsi , il quale ha deciso di lasciare la sua difesa.

“I cittadini possono stare tranquilli, non ci sono rapitori in giro”, rassicura tutti il questore di Chieti Aurelio Montaruli. Milena Santirocco era riuscita a nascondere a tutti i suoi problemi. E si era in parte confidata soltanto con padre Pius Chittilappilly, un prete esorcista al quale aveva confidato di essere spaventata da “brutti oggetti” che aveva trovato ai quattro angoli della sua palestra e che le avevano fatto pensare di essere oggetto di un maleficio. Eppure i familiari la descrivono come una donna “forte, sportiva, coraggiosa, autonoma, indipendente, serena”.
Leggi anche: Milena Santirocco, il racconto choc dopo il ritrovamento: “Io rapita, hanno cercato di uccidermi”

Continua a leggere su TheSocialPost.it