Vai al contenuto

“Un rarissimo tumore al cuore”. La scoperta shock nel corpo di un ragazzo di soli 16 anni

Pubblicato: 07/05/2024 20:04

Era andato a fare una semplice visita di controllo per l’idoneità sportiva, come tantissimi ragazzi della sua età. Ma proprio durante quello che doveva essere un esame di routine, si è trovato a fare i conti con una realtà sconvolgente: nel corpo del giovane, un 16enne dell’Emilia-Romagna, il medico ha notato una pallina di 1,4 centimetri, nella cavità del ventricolo sinistro. Ulteriori esami hanno portato alla drammatica rivelazione: un rarissimo tumore al cuore. La storia di questo ragazzo è stata resa pubblica dal Salus Hospital di Reggio Emilia, dove il paziente è stato poi sottoposto a un delicato intervento chirurgico per rimuovere la massa tumorale.

Il ragazzo si era presentato dal medico per i normali controlli annuali necessari per continuare a praticare il calcio, la sua passione, in una squadra locale. Tuttavia, dall’elettrocardiogramma era emersa un’anomalia cardiaca, che ha poi permesso di scoprire il tumore raro. Al giovane è stato diagnosticato un emangioma capillare, un tumore benigno con un’incidenza estremamente bassa, compresa tra lo 0,002 e lo 0,3%. Come riportato da Fanpage, la diagnosi è stata possibile grazie al lavoro di squadra del medico dello sport Luca Piccinini, della cardiologa Evelina Faragasso e del responsabile del laboratorio ecografico del policlinico universitario di Modena, Andrea Barbieri.

Il ragazzo è stato sottoposto immediatamente a un intervento chirurgico eseguito dall’equipe del dottor Vinicio Fiorani, responsabile della cardiochirurgia presso il Salus Hospital. L’operazione è stata eseguita con successo attraverso una procedura mininvasiva. Il dottor Vinicio Fiorani ha spiegato: “Questo tipo di tumore è estremamente raro e ha il rischio di crescere, ostacolando il flusso sanguigno o, in casi gravi, di causare un ictus embolico danneggiando altri organi come il cervello. Pertanto, è essenziale rimuoverlo. In letteratura, c’è solo un caso di rimozione di un emangioma di tipo cavernoso attraverso una procedura mininvasiva. Quindi possiamo affermare di essere i primi a rimuovere con successo un emangioma di tipo capillare attraverso questa tecnica”.

Leggi anche: Laura e Claudia uccise in autostrada, assolto il conducente: “Incapace di intendere e volere”

Continua a leggere su TheSocialPost.it