Vai al contenuto

“Volevano uccidere Zelensky”. Ucraina, arrestati due funzionari della Sicurezza di Stato

Pubblicato: 07/05/2024 16:36

Avevano in mente di uccidere il presidente ucraino Zelensky e avevano anche organizzato un piano per riuscire a portare a termine l’obiettivo. Per questo due funzionari dell’Amministrazione per la Sicurezza dello Stato sono stati denunciati per tradimento e complicità in un attacco terroristico, secondo quanto riportato da Ukrainska Pravda. Il piano della rete di intelligence russa, secondo le fonti di Kiev, includeva l’identificazione di militari vicini alla sicurezza del presidente che potessero prendere in ostaggio il capo dello Stato e ucciderlo.

Oltre a Zelensky, sempre stando all’intelligence ucraina, i russi avevano l’intenzione di eliminare il capo della Sbu Vasily Malyuk, il capo della Gur Kirill Budanov e altri funzionari di alto rango. Malyuk ha dichiarato che solo una cerchia ristretta era a conoscenza di questa operazione speciale per smascherare gli agenti nemici, sottolineando che l’attacco terroristico era pensato come “un regalo a Putin per il suo insediamento”.

Secondo i servizi segreti, l’obiettivo era uccidere Budanov prima di Pasqua. Il servizio di sicurezza ucraino Sbu ha annunciato di aver scoperto questa rete di agenti russi che complottavano per assassinare Volodymyr Zelensky e altri funzionari governativi, come riportato dal Guardian.

Leggi anche: Talk show italiani, chi li indirizza e come sono gestiti: tutti i segreti

Continua a leggere su TheSocialPost.it