Vai al contenuto

È morta Rita Granata, la ragazza di 27 anni investita a Fuorigrotta lo scorso 5 maggio

Pubblicato: 08/05/2024 16:01

È morta dopo tre giorni di ricovero in ospedale Rita Granata, la giovane di 27 anni che nella notte tra sabato e domenica, in via Leopardi, a Fuorigrotta, era stata travolta da un’auto dopo essere scesa da un taxi. All’uscita da un locale Rita e alcune amiche stavano facendo rientro a casa. L’impatto con la vettura, guidata da un 24enne, era stato violentissimo: la giovane era stata sbalzata a 30 metri di distanza. L’investitore si era allontanato salvo poi tornare dopo circa mezz’ora.

La 27enne è stata soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata in codice rosso nel nosocomio di Fuorigrotta, dove è stata ricoverata in prognosi riservata e sottoposta anche a un delicato intervento chirurgico. Oggi, tre giorni dopo il ricovero, è sopraggiunto il decesso. Laureata all’Università L’Orientale di Napoli, nel 2021 Rita Granata era stata candidata alla X e alla V Municipalità con Alessandra Clemente sindaco.

Rita era molto conosciuta tra gli appassionati di judo perché era ufficiale di gara. Proprio la Fijlkam Campania Judo Promozione e Sviluppo, appresa la notizia della sua morte, le ha voluto dedicare un messaggio:

“Oggi per il judo Campano è un giorno tristissimo. La nostra Rita Granata è venuta a mancare, negli ultimi mesi cara Rita eri stata una figura di valore per il nostro comitato, presente a tutte le manifestazioni, sempre educata, rispettosa e professionale e in questi mesi, più di una volta parlando con il maestro Bruno D’Isanto si era parlato bene di te e della volontà di farti crescere professionalmente, perché voi giovani dovevate portare il movimento judoistico nel futuro! Oggi è stato un duro colpo per tutti noi e prego il buon Dio che dia la forza ai tuoi carissimi genitori per portare il peso di questo enorme dolore! Ciao Rita, stai sicura che ti ricorderemo nel migliore dei modi, è una promessa!”
Leggi anche: Schianto frontale, addio alla bambina di cinque anni. Tragedia senza senso

Continua a leggere su TheSocialPost.it