Vai al contenuto

Telepass, ecco come risparmiare in autostrada: tariffe (e servizi) a confronto. La guida

Pubblicato: 09/05/2024 18:32

Ci sono anche altre alternative al Telepass per pagare il pedaggio autostradale, e siamo certi che in molti, appreso del raddoppio del suo canone di abbonamento, cerchino queste nuove opzioni entro il primo luglio, quando arriverà la “stangata” appunto di Telepass. Addirittura, in molti neppure sanno che esistano tali alternative, sorte di recente. Dunque, facciamo il punto su ciascun dispositivo di telepedaggio e sui rispettivi costi – e servizi. I due grandi competitor del Telepass sono UnipolMove gestito appunto dal colosso delle assicurazioni Unipol, e, ancora più di recente, si è aggiunto un nuovo operatore: MooneyGo, che a sua volta è un’azienda partecipata dalla società energetica Enel e dal più importante gruppo bancario italiano, Intesa Sanpaolo. Entrambe le soluzioni permettono non solo di pagare il pedaggio sulle autostrade ma anche diversi altri servizi, quali il pagamento dei parcheggi blu e l’accesso a zone a traffico limitato come l’Area C di Milano. (Continua a leggere dopo la foto)
Leggi anche: Telepass aumenta le tariffe, ma basta un gesto e il servizio diventa gratis: ecco come

UnipolMove

Tutto ciò vale solo per l’Italia, però, laddove l’abbonamento al Telepass italiano vale anche in altri Paesi europei quali Francia, Portogallo, Spagna e Croazia, come lricorda Il sole 24 Ore. Ecco perché UnipolMove e Mooney, oltre alle voci accessorie, più che sulle voci accessorie, puntano tutto sui costi ridotti rispetto all’ex monopolista. Partiamo, dunque, da UnipolMove, che ha delle distinte fasce di utenza, con relative tariffe: i Clienti privati e i Clienti business. Circa i primi, possono usufruire della tariffa Base e Pay per use. Con la tariffa Base, vengono offerti fino a due dispositivi a canone gratuito (senza alcun costo di attivazione) per il primo anno. Dal secondo anno, invece, sono previsti 1,50 euro al mese per il dispositivo Base e un euro per la tariffa Pay per use. Inoltre, ancora la tariffa Pay per use consente di pagare solo nei giorni in cui il dispositivo è stato effettivamente utilizzato. Il costo è di 50 centesimi di euro per ogni giorno di utilizzo e di 10 euro solo per la prima attivazione. (Continua a leggere dopo la foto)

MooneyGo

MooneyGo, nata dalla fusione dei servizi offerti da myCicero e Mooney, anch’essa offre all’utente due opzioni: Abbonamento o Pay per use. Per quel che riguarda l’abbonamento, il costo di attivazione è di 5 euro totali e il canone è pari a 1,50 euro al mese. Per i viaggiatori occasionali, è certamente più indicata la tariffa Pay per use, ovvero 2,20 euro al mese, esclusivamente in quei mesi in cui il dispositivo venga effettivamente utilizzato. Il costo di attivazione e consegna è, anche in questo caso, di 10 euro. Infine, precisiamo che tanto Telepass quanto MooneyGo possono essere associati a due targhe, dunque a due diversi veicoli; UnipoMove, invece, può essere collegato a una sola targa.

Potrebbe interessarti anche: “Riconoscimento facciale e telecontrollo”. Il Grande Fratello (reale) arriva nelle città italiane. Ecco chi vuole la “deriva cinese”

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 10/05/2024 09:12