Vai al contenuto

L’orsa Jj4 che uccise Andrea Papi non verrà abbattuta

Pubblicato: 14/05/2024 14:29
orsa Jj4 trasferita Germania

L’orsa Jj4 che il 5 aprile 2023 uccise il 26enne runner di Caldes (Trento), Andrea Papi, non verrà abbattuta. Sull’animale, che dal giorno della sua cattura si trova rinchiuso nel Centro recupero fauna alpina Casteller di Trento, pendeva un’ordinanza di abbattimento firmata dal presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti. Ora però lo stesso Fugatti ha firmato il trasferimento di Jj4 in Germania, in un’oasi nella Foresta Nera.
Leggi anche: Cosa deve insegnarci la morte dell’orso M90

La denuncia della Lav sull’orsa Jj4

“Il comportamento di JJ4 presenta stereotipie che dimostrano uno stato di distress o stress cronico originato dall’imposizione di comportamenti insopportabili per le caratteristiche etologiche dell’orsa e causa di grave sofferenza. – denuncia intanto la Lav – Nel caso dell’orso M49 la situazione strutturale identica a quella di JJ4 produce ugualmente uno stato negativo per l’animale le cui risposte non sono tuttavia state osservate con modalità utili a esprimere un giudizio corretto. Le condizioni del Casteller sono pertanto punitive e penalizzanti per gli orsi confinati nella struttura”.

“La relazione del consulente è già stata affidata ai giudici del Consiglio di Stato, dove il 30 maggio si svolgerà l’udienza del procedimento avviato da noi per costringere la Provincia di Trento ad avviare le procedure per il trasferimento di Jj4 nel ben più ampio rifugio in Romania, dove è attesa da oramai più di un anno. – prosegue la nota della Lega anti vivisezione – Un trasferimento per il quale i cittadini trentini non dovrebbero tirare fuori dalle loro tasche nemmeno un centesimo, visto che abbiamo ha sempre dichiarato pubblicamente di volerci fare carico di ogni spesa pur di dare una nuova vita all’orsa”.

Al momento, comunque, la decisione resta che l’orsa Jj4 sarà trasferita in Germania in autunno. Non andrà dunque in Romania, ma nel Parco alternativo per orsi e lupi di Worbis nella Foresta Nera: dieci ettari circa, dove si trova dal 2010 mamma Jurka e dal 2021 l’altro esemplare problematico Dj3, figlia di Daniza e Joze.
Leggi anche: Cagnolina lanciata da auto in corsa, il video shock di una ragazza: “È stato mio padre”

Continua a leggere su TheSocialPost.it